La stagione invernale è ormai giunta. La prima spruzzata di neve, se pur molto leggera, non si è fatta attendere e, nella settimana scorsa, ha fatto la sua apparizione sulla città di Montefiascone. Un monito per quel che verrà in futuro? Un segnale di una stagione non molto calda? Un’indicazione di un inverno con freddo, gelo e, soprattutto, neve?

Non lo sappiamo, ma lo possiamo intuire ed in questa intuizione, vien dato per scontato, che l’attrezzarsi per affrontare una situzione difficile è prudente e necessario.

In questo contesto l’AS.VO.M., Protezione Civile, ha già fatto quanto di sua competenza; gli specifici mezzi sono pronti, i serbatoi pieni di carburante, le catene montate come pure gli spargisale, gli uomini allertati ma non tutto è compiuto; manca un prodotto importante che deve essere fornito dall’Amministrazione comunale del sindaco Massimo Paolini, il sale da spargere sulle strade.

Già dalla metà del novembre scorso, proprio nel contesto di quanto stabilito nel piano neve, mentre i volontari preparavano i mezzi, la presidente Claudia Ciampicotto, con quella professionalità che è propria di tutti i componenti dell’Associazione, nel rispetto dei postulati della prevenzione, con lettera ufficiale, tra le altre cose, ha fatto presente al sindaco che era ormai tempo di acquistare la congrua quantità di sale da mettere a disposizione dell’AS.VO.M. Protezione Civile la quale lo avrebbe poi spaso per le strade cittadine per l’intero arco dei tre mesi invernali compatibilmente con l’evolversi delle necessità dettate e provocate dalle condizioni climatiche.

Non sappiamo se questo provvedimento sia stato attuato, una cosa è certa: nell’apposito magazzino dell’AS.VO.M. Protezione Civile non è ancora pervenuta quantità alcuna, per cui, in caso di necessità, l’AS.VO.M. Protezione Civile non è in grado di esprimere a pieno e con la dovuta professionalità la perfetta pulizia delle strade cittadine e la loro migliore messa in sicurezza proteggendole dal ghiaccio e di questo disguido, qualora si dovesse verificare per la mancata fornitura di sale, informa i cittadini, che non se ne assume responsabilità alcuna.

Mentre scriviamo giunge un’informativa con la quale, da una parte si dice che ne sono stati acquistati venti quintali, dall’altra si conferma che non è stato ancora consegnato; assicurando che la consegna avverrà nei prossimi giorni. Come è ormai a tutti noto, il sale, specialmente sul ghiaccio, è l’unico elemento di massimo effetto che favorisce lo scioglimento del medesimo in brevissimo tempo e, al tempo stesso, ne rallenta fortemente il suo formarsi.

Pietro Brigliozzi