Paolini Massimo

L’Amministrazione comunale di Montefiascone, come lo stesso Sindaco, Massimo Paolini ha confermato, nel piano di disinfestazione e sanificazione del territorio della città ha incluso anche le zone di produttività economica locale.

“In questo momento cruciale dell’espansione del coronavirus (Covid-19) – ha commentato il primo cittadino – non ci si poteva dimenticare, né si potevano lasciare in disparte queste zone di produttività economica per la città. Anche, in queste zone industriali ed artigianali, vi è un numero elevato di lavoratori per cui, come si bonifica l’area del centro abitato della città, ritengo giusto ed opportuno che si sanifichi anche l’area di agglomerati lavorativi e produttivi che sono nel nostro territorio.Nei prossimi giorni, terminata la sanificazione e disinfestazione dei centri abitati – ha proseguito il sindaco – verranno fatti i dovuti interventi anche in queste aree”.

A questo proposito, per dover di cronaca, è bene ricordare che sul territorio del comune di Montefiascone, ci sono ben tre zone industriali artigianali con diversi capannoni operativi, nei quali svolgono la loro attività lavorativa, complessivamente, circa cento lavoratori.
La prima zona, quella più popolata di Pian di Monetto, si trova lungo la statale Cassia a sud della città, verso Viterbo; l’altra con alcuni capannoni, si trova nella Frazione Madonnella, lungo l’interregionale Umbro Casentinese; la terza, abbastanza conosciuta, si trova in località, Le Guardie, a circa sei Kmetri dalla città, sempre lungo la interregionale Umbro Casentinese. Senza dimenticare il piccolo centro, costituito da alcuni capannoni, che si trova nella frazione dei Fiordini.

Pietro Brigliozzi