Quanto andiamo raccontando, è avvenuto nella seduta dell’ultimo consiglio comunale, tenutosi pochi giorni or sono, e l’oggetto in discussione ha avuto una certa risonanza sulla pubblica piazza.

Il consigliere capogruppo della Lega, Augusto Bracoloni, ha chiesto al sindaco quanti soldi del milione e cinquecentomila euro, stanziato dalla Regione a disposizione della nostra Provincia, aveva portato a casa per la sistemazione delle strade che interessano il comune di Montefiascone, visto che molte di esse versano in forte degrado.

Questo stanziamento regionale, piuttosto consistente, era destinato al rifacimento e sistemazione della rete viaria nella Provincia di Viterbo. Somma che l’Amministrazione Provinciale ha blindato con il piano stradale.

Nello specifico il Bracoloni nel suo documento, che poi dovrebbe essere stato messo agli atti del consiglio, affermava: Vorrei chiedere al sig. Sindaco, membro di questa maggioranza quale e quante strade del nostro paese sono state inserite nel suddetto documento programmatico sulla viabilità.

“A noi risulta nulla – affermava il  Bracoloni – per cui dobbiamo constatare, con forte rammarico, che, come accadde per la consulta dei sindaci sulla sanità, anche questa volta rimaniamo fuori. Questo – conclude il Bracoloni – sta a significare che, oggi, il nostro paese conta sempre di meno e, chi ci deve rappresentarlo, non è in grado di far valere le proprie ragioni.

Il sindaco Paolini ha risposto in modo molto vago, almeno per quel che si è compreso nella vivacità dell’acceso battibecco che è seguito tra i due interlocutori.

Va specificato, per chiarezza con i nostri lettori, che tale domanda non è stata né è fuori posto, né senza una logica politica, per il fatto, che il sindaco di Montefiascone, Massimo Paolini, fa parte del Consiglio Provinciale.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email