MONTEFIASCONE – Nel pomeriggio di ieri, nonostante la poca clemenza delle condizioni atmosferiche, si è ugualmente mandato al rogo Re carnevale. I bambini hanno fatto registrare il massimo delle presenze, mentre le persone adulte e più anziane hanno preferito rimanere intorno al fuoco, al caldo del caminetto.

Intorno alle tredici, come previsto da programma, il carro con su Re carnevale, accompagnato da un gruppo di circa cinquanta maschere, ha lasciato il piazzale antistante la locale caserma dei Carabinieri per attraversare Via Aldo Moro, quindi Via Dante Alighieri, Porta di Borgo, Corso Cavour e quindi la centralissima P.zza Vittorio Emanuele.

Qui, il carro si è fermato nello spazio a lui riservato sotto l’occhio vigile di un drappello di uomini dell’AS.VO.M. che, con la loro presenza, hanno tranquillizzato tutti i presenti, soprattutto i bambini che, con coraggio, avevano sfidato la poca clemenza del tempo e si sono sbizzarriti nei divertimenti classici del carnevale riempiendo la piazza di uno spesso strato di coriandoli mentre il vento contribuiva al loro spargimento per ogni dove.

Se ne è così andato via quasi tutto il pomeriggio e, sul calar del sole, il sindaco ha provveduto ad incendiare il carro di Re Carnevale, sancendo così la chiusura di questo carnevale duemiladiciassette.

Rimosso il carro con i residui, definitivamente spenti dal staff dell’AS.VO.M., lo staff del Carnevale Montefiasconese ha provveduto ad estrarre i numeri della specifica lotteria mentre ormai la piazza cominciava a svuotarsi. Un plauso va dato a tutti i componenti dell’Associazione Carnevale Montefiasconese, che, nonostante le molteplici difficoltà socio-economiche del momento, hanno dato vita ad una bella manifestazione e resa viva la città con uno speciale ringraziamento all’Amministrazione Comunale, ma soprattutto a tutti gli sponsor, i quali, con il loro sostegno economico, hanno reso possibile la manifestazione.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email