E’ già da qualche giorno che, nelle supreme stanze del comune di Montefiascone, si sente parlare della volontà di qualche amante del volare, di voler realizzare, nell’estate, al pari dello scorso anno, quando si aggirarono sui cieli più prossimi al paese di Marta che alla città di Montefiascone, le famose Frecce Tricolori, la manifestazione delle Mongolfiere, nel contesto della Fiera del Vino.

E fin qui nulla da ridire, anche se, in Montefiascone, ci sono molte ben altre cose più necessarie da realizzare, come la completa messa a punto dell’ornato della città, che lascia molto, troppo, a desiderare, proprio per portare nella città un flusso turistico valido e redditizio economicamente parlando, mettendo finalmente fine ad un turismo mordi e fuggi come sta accadendo ora, il quale non porta alcun introito economico alla città.

Si vuol sapere quanto costa la manifestazione e con quali risorse verrà effettuata, visto che, nell’ultimo bilancio di previsione, non è stata inserita alcuna cifra per le varie manifestazioni estive, compresa la Fiera del Vino.

Tutto ciò in considerazione della poca trasparenza del costo della manifestazione delle Frecce Tricolori dello scorso anno, allorché, prima, fu decantato, con enfasi, ai quattro venti che, tale manifestazione, all’Amministrazione, non sarebbe costata nulla, quando, poi, è uscito fuori che all’Amministrazione è costata almeno quindicimila Euro, cifra defalcata da quella prevista e destinata alla Fiera del Vino.

Quanto costerà, dunque, questa manifestazione?

Fuori le carte! I cittadini hanno diritto di sapere!

Non va dimenticato che i soldi per tale manifestazione, dalla durata di poche ore, si trovano e sembra ci siano, mentre per il contributo alla prestigiosa e più socialmente necessaria Associazione di Solidarietà Falisca ed altre di pubblico interesse, non ‘c’è un euro.

Pietro Brigliozzi