La 61°edizione della Fiera (Sagra) del Vino di Montefiascone appartiene ormai al passato e, alcune Associazioni, come l’AS.VO.M., che vi hanno partecipato attivamente, con un ruolo di rilievo, tirano le somme.

Nella seduta che ha tenuto il direttivo dell’AS.VO.M.-A.D.V. nella serata di ieri sera, è emersa una valutazione positiva in merito al lavoro svolto dall’Associazione nei 15 giorni della manifestazione, sia nel settore dell’ordine pubblico sia nel settore della ristorazione.

L’AS.VO.M.-A.D.V., infatti, ha gestito una delle cantine, quella Puri, per precisione, sita lungo Corso Cavour, nella sua connessione con Via Malatesta. Oltre ad offrire dell’ottimo vino, lo staff della cantina -tra cui cuochi professionisti- ha allietato i palati dei commensali con succulenti e saporiti piatti locali, un tipo per ciascuna serata, molto graditi ed apprezzati soprattutto dai turisti, che villeggiavano nelle vicine città di Bolsena e Capodimonte.

Sotto l’aspetto economico, al termine dei dati statistici e non, forniti dal presidente Tonino Fiani, il Direttivo dell’Associazione, all’unanimità, si è dichiarato molto soddisfatto dei traguardi raggiunti. Risultati positivi ottenuti grazie all’impegno dei Volontari scesi in campo, circa quindici per sera, i quali hanno lavorato con alta professionalità ed indiscusso stile, riconosciuto e sottolineato da tutti coloro che sono stati in cantina ed vi hanno cenato.

Si sarebbero potuti raggiungere dati, specialmente nel settore della ristorazione ben diversi, se vi fosse stato un maggior afflusso di gente rilevato in alcuni anni ormai alle spalle. Tuttavia, dobbiamo ritenerci molto soddisfatti”– ha commentato il Direttivo. 
Certo, per il prossimo anno sarebbe d’aiuto una migliore attrezzatura; un paio di bagni chimici a supporto della ristorazione ed una adeguata e più chiara segnaletica nei punti di chiusura dei varchi e strade più importanti; l’ottimo, onde evitare discussioni con il pubblico, -tra l’altro, non sempre così rispettoso dei medesimi-, sarebbe avere a disposizione un pacchetto specifico di segnali luminosi che, già possano essere collocati nei mesi di Maggio-Giugno-Luglio.

Pietro Brigliozzi

 

Commenta con il tuo account Facebook