La seduta del Consiglio Comunale di questi giorni, nonostante i pochi, ma ugualmente, importanti, argomenti all’ordine del giorno, stando a quanto ha riferito qualche consigliere presente nella seduta, è stata presenziata, da uno sparuto numero di cittadini. Un fatto dalle molteplici interpretazioni che, comunque, fa riflettere in un momento, come questo, nel quale da molti livelli della politica in generale si afferma che c’è la necessità di riportare l’attività politica nella vita dei cittadini tutti.

I cittadini di Montefiascone sono fuori del contesto e della logica amministrativa dell’entourage del sindaco Massimo Paolini?, non condividono a pieno l’attività dell’attuale Amministrazione?, non seguono più la linea politica del Melograno e l’intero staff amministrativo che esso ha prodotto?, è sintono di contestazione pacifica nel disinteresse e nell’indifferenza di quanto si decide dentro le stanze di palazzo Doria? sono nauseati dalla politica in generale o soltanto di quella locale?,  poi la questione di un nuovo accesso, per prelievo, al fondo di riserva; a seguire il regolamento comunale sulla contabilità; il riconoscimento di un debito fuori bilancio e su questo ci sarebbe di utilizzare un fiume d’inchiostro; quarta variazione del bilancio di previsione dei prossimi tre anni; alcune nuove norme quale integrazione del regolamento  comunale  di Polizia Mortuaria; l’alienazione di un’area pubblica; infine la rettifica di una delibera consigliare risalente all’undici maggio del corrente anno. Ovviamente, tutti punti sono stati approvati.

 

Pietro Brigliozzi