Nella parte nuova del Civico Cimitero di Montefiascone, nei pressi della seconda zona delle tombe a terra, da diverso tempo vi è una perdita d’acqua che, di giorno in giorno aumenta per quantità.

L’acqua, dalla sottostante tubatura, profonda circa ottanta centimetri, è arrivata in superfice da diverso tempo, uscendo all’aperto tra le betonelle, mentre la sua portata, ogni giorno, cresce sempre più. Ora è divenuta un vero rivolo e va a finire in un tombino distante circa quindici metri dopo aver percorso il viale.

L’entità della perdita, stando a quanto si vede in superfice, dovrebbe esistere da diverso tempo, anche in considerazione che il quantitativo d’acqua che finisce nella fognatura di raccolta non solo non viene asciugata dal sole, ma sta trasportando con se terriccio che favorisce la creazione di muschio lungo il suo percorso, senza dimenticare che, per diversi metri quadri, sta sollevando il pavimento in betonelle.

Diversi visitatori rimangono attoniti esprimendo grande meraviglia che chi di dovere non sia ancora intervenuto, mettendo anche in dubbio che il guasto sia stato segnalato.

Brigliozzi Pietro