A seguito del grande gesto, di nobiltà d’animo, di solidarietà con chi ha più bisogno, di alta civiltà, di grande Amore per il prossimo di grande valore umano prima ed a carrattere Cristiano poi, fatto dai cittadini di Montefiascone questa mattina, allorchè si sono recati presso la sede fissa nei locali del civico ospedale per donare il loro sangue, è arrivato, per iscritto, l’ufficiale ringraziamento del sindaco Massimo Paolini.

Come già annunciato in altro articolo uscito quasi in contemporanea alla fase delle donazioni, da fonte ben informata, nella tarda serata, poco prima che il sindaco mandasse la sua missiva, abbiamo appreso che cinquantacinque persone si sono presentate presso la sede del civico ospedale di Montefiascone per la donazione ma, per motivi diversi, la maggior parte avevano già donato domenica scorsa, soltanto quarantatre hanno potuto dare il prezziossimo liquido, parte integrante del loro corpo e del loro vivere nel filone filosofico del concetto: Dono, ergo sum.

La fase della donazione, ha visto diverse persone della locale Associazione AVIS, del presidente Mauro Marinelli, impegnate nel registrare i donatori, nelle tenerli a debita distanza tra loro, ordinarli nel procedere ai laboratori; un lavoro impegnativo, delicato, al quale, però, i donatori hanno risposto in modo egregio e grande serietà professionale, visti i tempi stretti nei quali si messo in atto.

Va comunque precisato, per corretto dovere di cronaca, che, tra i tanti donatori, ve ne erano diversi venuti dai paesi limitrofi ed anche ad essi va il plauso e la riconoscenza; nel contesto così ha scritto il sindaco Paolini, in una forma letteraria molto spontanea:
Voglio ringraziare con tutto il cuore il presidente  dell’AVIS, Mauro Marinelli, il Direttivo, tutti i Volonatri ed i Donatori che, oggi, presso la specifica sede nell’ospedale di Montefiascone, hanno organizzato e partecipato alla donanzione di sangue. Donare è sempre un nobile gesto di solidarietà, ma oggi, assume un significato ancor più importante.
    L’emrgenza del virus covid-19 non deve farci dimenticare tutti i malati e coloro che soffrono di altre patologie e necessitano di donazioni.
    Sono fiero che tanti concittadini, dimostrando sensibilità e grande spirito di solidarietà verso il prossimo, abbiamo risposto all’appello dell’AVIS per mantenere la salute della collettività.
Uniti e compatti per la salute si vince. Il vostro Sindaco. 

 

Pietro Brigliozzi