MONTEFIASCONE – La città di Montefiascone è soggetta alle cose più strane, di tanto in tanto se ne nota qualcuna. In questi giorni, con l’attuazione dei provvedimenti restrittivi, messi in atto dall’attuale Amministrazione in nome del risparmio energetico è l’impianto della pubblica illuminazione ad essere sotto osservazione.

Alle ore dodici di questo giovedì, primo Dicembre, il tratto che va dal Civico Cimitero fino nei dintorni di un’importante distributore di carburanti, alle porte della città, i lampioni rimasti in esercizio, rimasti spenti per tutta la notte scorsa, erano regolarmente accesi, senza alcun tipo di specifici lavori in corso.

I cittadini annotano che, su quasi tutto il territorio, durante le ore buie, sono stati spenti la metà dei lampioni con la tecnica dell’alternanza, ma di giorno se ne vedono diversi regolarmente accesi. Disguidi, disfunzioni, apparati guasti, tutto possibile ma lo spreco energetico rimane, ed il suo ipotetico risparmio si annulla nel tempo.

Qualche parte della città di Montefiascone si illumina di giorno e si tiene al buio di notte. Può sembrare un paradosso!, ma è la realtà.

Brigliozzi Pietro

Articolo precedenteFdI: “Dopo il mercatino di Natale Viterbo perde anche le giostre”
Articolo successivoIl Palazzo Doria Pamphilj è pronto a festeggiare le prossime festività natalizie