Eppure è vero! In questi giorni, su segnalazione di alcuni educatori, ci siamo aggirati nell’area dei campi sportivi nella zona  delle Fontanelle e, qual’è stata la grande sorpresa o scoperta che dir si voglia?

Dietro il gruppo di spogliatoi adibiti alle squadre del settore giovanile, abbiamo trovato un vero e proprio luogo di deposito di rifiuti di ogni genere, quasi una piccola discarica; dalle vecchie strutture in ferro per il basket, a vecchi pali della pubblica illuminazione, da tombini in cemento a cartelloni dismessi della segnaletica stradale. E, per finire, caoticamente dislocate, una serie di diversi scafi di barche in resina, che una volta giacevano, quale cimelio inquinante, lungo le rive del sottostante Lago di Bolsena. Barche che, a ragion di logica, sarebbero dovute finire nella specifica discarica autorizzata a questo tipo di materiale.

Qualcuno, facendo buona cosa, ha pensato di rimuoverle dalle rive del Lago, essendo, non solo, di pessima vista ai turisti ma, al tempo stesso, residui inquinanti, poi però, non si è preoccupato di concludere il ciclo con il legale smaltimento delle medesime. Non spetta a noi sapere da chi vi siano state portate, come, quando e perchè, ma certamente, non è quello il luogo più idoneo ne per la loro giacenza né per la loro fine, considerando che si è in un’area frequentata da bambini, un’area che dovrebbe essere uno specchio di salubrità, un’area dove ordine e totale pulizia dovrebbero regnare sovrane, anche al fine di evitare l’annidamento che animali, più o meno graditi o pericolosi, trovino un loro adeguato habitat per lunga permanenza.

Ancora una volta si è pulito l’altare delle rive del Lago per sporcarne un altro!

Eppure in questi ultimi tempi molti, tanti, tutti, specialmente i componenti l’Amministrazione guidata dal sindaco Massimo Paolini, parlano di salvaguardia dell’ambiente, specialmente di quello ove c’è presenza di bambini, del suo dover essere sempre più salubre, poi? Ogni altra riflessione è lasciata ai lettori.

Di contro sembra che qualcuno dal carattere buontempone, con scherzosa ironia, abbia commentato a proposito dei tombini in cemento: “li hanno portati perchè servono alla realizzazione della rete di scarico che sarà fatta quando, in tempo da venire, ma certamente non prossimo, verrà asfaltato l’intero piazzale nel dintorni del Palazzetto, non avete capito?”

 

Pietro Brigliozzi