In queste ultime settimane, si è parlato della nascosta Montefiascone sotterranea, della vistose buche in superficie in diverse Vie principali della città come quella in Via Bandita, e quella in Via del Fosso.

Le due grosse e pericolose aperture sul fondo stradale sono state provocate una quindicina di giorni fa, dal cedimento della sottostante condotta della rete fognaria. Tutte e due le buche sono state protette con robusta apposita transennatura e relativo segnale stradale, tra l’altro non luminoso, che restringono la carreggiata.

Nel giorno antecedente la vigilia del Santo Natale, dopo che, da parte dell’Amministrazione era stata fatta e pubblicata una specifica delibera, una nota ditta locale, specializzata nel settore, ha provveduto a sistemare la voragine di Via Bandita, ma non quella, parimenti pericolosa, in Via del Fosso.

Alcuni cittadini si domandano: la delibera promulgata non poteva contenere la sistemazione di tutte e due le buche!?. Quale criterio si è adottato per sistemarla una si ed una no!?. Non era più normale sistemarle tutte e due!?. Gli abitanti di Via del Fosso sono cittadini di serie B!?. Ancora una volta si assiste all’adozione di provvedimenti, carenti di logica ed appropriata programmazione.

Pietro Brigliozzi

Articolo precedenteAl presepe vivente di Bolsena il 6 gennaio arrivano i Re Magi
Articolo successivo“Il Richiastro” in vetrina sul Tg1 per raccontare il capodanno al ristorante degli italiani