Dall’alto della facciata antica dello storico palazzo della scuola Golfarelli, orologio prezioso, alla città dimostri la tua ora enigmatica, essendo, da mesi, rimasto fermo alle tredici e cinque. Eri il riferimento dei cittadini, al loro vivere, scandivi le ore e…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteNOI R…ESISTIAMO!, attività di inclusione per bambini disabili in un contesto di normalità, gioco e sport all’aperto
Articolo successivoLa Webserie Viterbium vince al DigitalMedia Fest