Montefiascone

In  questi ultimi tempi, in uno spazio non estremamente grande, ma, comunque, con buona visibilità, all’inizio del Campo della Fiera, grande piazzale, dirimpetto ad un’importante agenzia funebre, e nei pressi di una cabina elettrica, sotto il civico ospedale, ove si tiene il mercato settimanale, è stato realizzato un nuovo punto di vendita auto.

 

La storia locale racconta che circa tre anni fa, uno dei giovani nuovi assessori dell’attuale Amministrazione del sindaco Massimo Paolini, iniziò i lavori per la riqualificazione della grande scarpata che si distende tra il civico ospedale e la sede del suddetto piazzale.

 

L’Assessore, si fece enfasi e merito dei lavori che stava avviando, i quali, a suo dire, nel contesto dell’ornato della città, dovevano essere un fiore all’occhiello per i turisti; lavori che dovevano riqualificare la scarpata prima con il taglio di tutti gli arbusti che la invadevano, poi dotandola di una grande scritta con il nome della città, contornata da aiuole; a seguire, all’ingresso del piazzale, si doveva realizzare un parcheggio per camper, proprio in quell’area, ove ora è sorta la rivendita di auto; lavori ai quali, in considerazione della loro oggettiva validità, la nostra testata prestò una particolare attenzione.

 

Oggi, facendo memoria di quelle affermazioni del giovane assessore, di quella importante riqualificazione ornamentale e sullo stato di avanzamento di quell’opera, non si a più nulla e di concreto non si nota, se non la sola prima fase del taglio degli arbusti; molto fumo ma poca concretezza. Per quanto riguarda il parcheggio per i camper che sarebbe dovuto essere un’altro punto importante di riferimento per i turisti, non si ha traccia alcuna.

 

Quel terreno, di proprietà comunale, è stato ceduto dall’assessore al patrimonio, diverso dall’altro che doveva riqualificare l’area, ad un privato che vi è ha realizzato un punto vendita auto.

 

I decantati progetti di riqualificazione che doveva realizzare il giovane assessore comunale, uno dei cavalli di battaglia della sua campagna elettorale, sono svaniti nel  nulla.

 

Pietro Brigliozzi