Mercoledì 5 gennaio, dopo gli anni d’incuria della passata amministrazione, i tecnici del comune di Montefiascone, sollecitati dall’assessore ai lavori pubblici, Luciano Cimarello, hanno provveduto alla manutenzione dei due impianti semaforici installati a Zepponami, la più popolata frazione di Montefiascone.

Nell’impianto a sud della frazione, sito sul bivio della strada statale Cassia per la locale stazione ferroviaria, è stato ripristinato il colore verde ed è stata nuovamente installata la lanterna verticale laterale che, non si è mai compreso come mai, era scomparsa.

Nell’impianto installato dieci anni fa, dopo tanti incidenti mortali, a nord della frazione, a protezione della maledetta curva di Montisola, tra l’altro non disegnata correttamente, è stato ripristinato il lampeggiamento di colore giallo anche sulla lanterna centrale alta.

Intervenire di nuovo con l’attivazione del sistema automatico del quale è dotato, per infliggere automaticamente la relativa multa agli automobilisti inosservanti, è parimenti necessario. Ad onore della storia e della Statistica, in questi ultimi dieci anni, da quando è stato installato detto impianto non si è più verificato alcun incidente con decessi e quelli minori che sono accaduti si contano sulle dita di una mano. Questo significa che l’impianto è valido e molto efficace nel ricoprire il ruolo che gli è stato assegnato. Considerati i positivi risultati, al di là della condivisione o meno, farlo funzionare al meglio diventa impellente e necessario.

Nel contesto sarebbe doveroso, ed i cittadini lo chiedono, posizionare anche una semplice lanterna lampeggiante in direzione Viterbo, al chilometro 97,00 a protezione dell’altra curva molto pericolosa, al chilometro 96,900 ove si verificano molti incidenti più o meno gravi e vi sono diversi accessi da strade secondarie.

Pietro Brigliozzi