E’ ormai diverso tempo che nella cittadina vulsinea diversi cartelli stradali della segnaletica verticale versano in precarie condizioni al limite della visibilità da parte degli automobilisti.

Molti sono notevolmente piegati su se stessi, altri in modo parziale, altri ancora totalmente divelti per cui è rimasta la sola piantana che li dovrebbe tenere.

Se, da una parte, non si può mettere in dubbio l’efficienza e la loro validità costruttiva, significa che essi sono realizzati sia per stare sulle paline, sia per resistere ai mutamenti delle condizioni atmosferiche, dall’altra parte, si deve dedurre che tale situazione è stata provocata soltanto da ignoti sconosciuti, i quali, non solo mancano di educazione civica ed hanno poco rispetto delle infrastrutture pubbliche, ma non avendo più nulla da fare per affermare la loro presenza sociale si dilettano nella distruzione della segnaletica.

Non va dimenticato il danno economico che arrecano, visto che l’acquisto e la posa in opera di questi strumenti, necessaria fornire buone indicazioni direzionali agli automobilisti, viene fatto con i soldi provenienti dalle tasche dei cittadini nel contesto delle tasse locali.

Va precisato che a Montefiascone tali danni non sono stati compiuti in questi ultimi giorni e questa situazione va avanti da diversi mesi; in questo contesto, ad onor del vero, va sottolineato che già, nei mesi scorsi, qualcuno era intervenuto per ridare, anche se in modo approssimativo, la normale forma ai segnali medesimi, di nuovo, ora, oggetto di vandalismo.

La situazione rimane comunque precaria poichè questi segnali sono negli incroci più importanti della città, ove la sorveglianza elettronica sarebbe stata necessaria ed opportuna, proprio per smascherare questi vandali, ma, purtroppo, sembra non vi sia stata installata.

Pietro Brigliozzi 

Commenta con il tuo account Facebook