L’Agenzia Regionale di Protezione Civile della Regione Lazio, Centro Funzionale, Sala Operativa Regionale, ha comunicato a tutte le sezioni della Protezione Civile, lo stato d’allerta di colore Giallo.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile ha emesso l’avviso di condizioni meteorologiche avverse, n. 20091 prot. PRE/0055753 del 25/10/2020 con indicazione che: dal pomeriggio di domani, 26.10.2020, e per le successive diciotto ore, si prevedono sul Lazio: venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con raffiche più intense sui settori costieri e crinali appenninici. Mareggiate lungo le coste esposte.

Si comunica inoltre che: Il documento di “Previsione Sinottica e QPF” emesso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dipartimento della Protezione Civile in data 25.10.2020 riporta una previsione di: precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.

Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei livelli di Allerta/Criticità riportata nelle tabelle allegate, con validità per l’allerta idrogeologica ed idraulica dal tardo pomeriggio di domani 26.10.2020 e per le successive 21 ore.

Si invitano pertanto gli Enti interessati ad attivare le fasi operative previste dalla propria pianificazione di Protezione Civile ed adottare tutti gli adempimenti di competenza in relazione ai livelli d’allerta segnalati.

In questo contesto, la squadra di volontari specializzati nel settore della locale sezione di Protezione Civile, hanno già pronti i relativi mezzi ed attrezzi adatti per intervenire tempestivamente ad ogni specifica segnalazione in merito; inoltre si comunica a tutti i cittadini che circolano sull’intera rete stradale, di prestare la massima attenzione, moderando la velocità in particolari tratti, ove, vi è presenza di alberi lungo le banchine ed in tratti pianeggianti, dove, si potrebbero trovare ostacoli sulla strada, costituiti sia da rami o piante abbattuti dai forti venti sia da acqua stagnante sulla carreggiata.

 

Brigliozzi Pietro