Il proprietario della pianta di magnolia che si trova su un angolo di Piazzale Roma, in occasione dei lavori di manutenzione, ha provveduto alla potatura onde renderla più adeguata ai suoi spazi esterni ed al tempo stesso più bella alla vista.

Osservando attentamente la pianta, tra il fogliame, si è notata la presenza di un segnale indicante l’obbligo di direzionalità per gli automobilisti che escono da Piazzale Roma, i quali, anziché immettersi sulla Cassia verso la Verentana o verso la discesa di Mimmi, come si fa da alcuni anni, dovrebbero scendere per Via S. Flaviano.

Sotto il profilo della circolazione quel segnale è ancora valido? La sua presenza ha ancora un significato? La direzionalità obbligatoria va ancora rispettata? Facendo riferimento alla segnaletica orizzontale, presente su l’uscita dalla Piazza, sembrerebbe proprio di si, anche se, l’ultima parola spetta alla Polizia Locale.

Sotto l’aspetto della funzionalità si rimane basiti considerando che quel segnale è stato abbandonato al punto di essere diventato un oggetto inutile ed insignificante tra il fogliame di una pianta, da tutti ignorato e non rispettato.

Un segnale che non assolve più al suo dovere di favorire la snella e corretta circolazione nell’area. Se invece ha ancora una sua validità e serve ancora, è necessario riscoprirlo totalmente. Se poi, la problematica s’inquadra nel riordino del traffico automobilistico nella zona, emerge con quanta poca accortezza si sta operando.

Pietro Brigliozzi