Nella città di Montefiascone si parla, molto spesso, di cultura, si parla molto spesso di iniziative turistico culturali, si elogiano, molto frequentemente, anche con un pizzico di giustificato orgoglio, gli spettacoli ed i successi che le tre Compagnie Teatrali di Montefiascone effettuano in sale da teatro presenti dei paesi vicini.

Di contro, mai si può parlare di queste manifestazioni culturali come accadute in Montefiascone.

Alla luce di alcune indagini, diversi cittadini lamentano che è molto grave che in Montefiascone non vi sia una vera e propria sala da teatro.

Nella seconda metà del millennio e secolo scorso, diverse Amministrazioni, si dichiararono sensibili a questo problema inserendo nei loro programmi elettorali la volontà di realizzare questa struttura, ma, poi, una volta seduti sugli scanni della Sala del Consiglio Comunale, tutto è finito nel dimenticatoio, nulla è stato fatto e la città di Montefiascone, se pur la più importante dell’Alto Lazio, soffre ancora della mancanza di tale importante struttura culturale ricreativa che sarebbe anche un buon volano per lo sviluppo turistico ed economico.

Eppure, in qualche struttura di edilizia privata, per lungo tempo centro di eccellente cultura, come Villa Card. Salotti, vi era una sala teatrale, la quale però, per la sua vetustà di costruzione e per la poca collaborazione tra Amministrazioni e proprietari della struttura, non si è mai riusciti a provvedere al suo ammodernamento ed adeguamento alle leggi sulla sicurezza e di conseguenza alla realizzazione di una sala da teatro degna di questo nome a servizio della cittadinanza tutta.

A ben ricordare, appena insediata l’attuale Amministrazione, guidata dal sindaco Massimo Paolini, presso Villa Cardinal Salotti, erano iniziati dei lavori per il suo rilancio e la sua riqualificazione ed in questo contesto si ipotizzava, anzi, da parte dell’attuale Assessore alla cultura, si dava per realtà certa, la totale ristrutturazione e riqualificazione della sala da teatro, in essa presente, nel giro di poco tempo.

Il tutto nel contesto dell’apparizione di alcuni manifesti, sulle pubbliche bacheche, dal contenuto piuttosto polemico, in quanto aventi per oggetto, proprio un recital da tenersi prima su P.le Roma, poi rimandato nella suddetta sala che sembrava fosse stata ultimata in breve tempo.

Ancora una volta, a seguito di notizie pervenuti negli ultimi giorni, di detta sala e della riqualificazione della medesima, tanto auspicata e data per certa, non si sa più nulla, o meglio, nulla è stato fatto.

Il tutto lascia perplessi, pensando che in Montefiascone vi sono ben tre compagnie teatrali di grande valore ed alte capacità recitative, nelle quali, ci sono tanti giovani e, in tutto l’Alto Lazio ed anche fuori, portano alti i valori della recitazione, in modo specifico quella popolare, che, in Montefiascone, ha avuto un grande sviluppo, specialmente tramite i moltissimi testi, basati su fatti della vita quotidiana, elaborati dal grande geniale autore, Giorgio Zerbini e, per questo, tanti cittadini reclamano la realizzazione di una sala da teatro.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email