La presenza di camper in assetto di sosta prolungata, lungo il lungo lago nel comune di Montefiascone, è in aumento, specialmente nei fine settimana.

    I vagoni bianchi parcheggiati sulle sponde del lago disturbano il panorama, ma ciò che più preoccupa è l’ormai regime di sosta selvaggia: le zone adibite impropriamente a parcheggio non sono idoneamente attrezzate per la sosta di questi mezzi. Per non parlare, poi, dell’impatto negativo sull’ambiente. La presenza costante di mezzi pesati danneggia il suolo e riduce gli spazi verdi accessibili ai turisti e a cui cittadini che passeggiano sul lungo lago.

    Va anche detto che il campeggiare selvaggio spesso contrasta con i principi ecologici, constatato che alla partenza del camperista, nei dintorni dello spazio occupato, spesso si trovano abbandonati, rifiuti di diverso genere. Peraltro, non ci si può risparmiare dal constatare, che lungo i circa sette km di fronte lago, sul territorio comunale di Montefiascone, è difficile trovare cartelli indicanti il divieto di sosta e parcheggio anche per camper; assenti, però, sono anche eventuali area apposite. Gli ecologisti e non, si augurano che l’Amministrazione, nella tutela del territorio, provveda quanto prima a colmare questa lacuna.

Pietro Brigliozzi

Articolo precedentePaesaggi dell’Arte 2022, appuntamento a Tarquinia per il 9 e 10 luglio
Articolo successivoMontefiascone, troppe imbarcazioni sul lago