La Nuova amministrazione di Giulia De Santis, nello spirito del rinnovamento, ha istituito un Assessorato per il controllo e la gestione del Civico Cimitero.

Sono passati ormai cinque mesi e tutto è rimasto come prima, al di là di alcuni interventi, molto appariscenti, come la chiusura provvisoria di diversi fornetti.

Alcuni fornetti sono ancora invasi dalla sporcizia, la stessa pulizia all’esterno delle mura è stato fumo agli occhi visto che i rifiuti rimossi, anziché essere portati in discarica come logica vuole, sono stati ammucchiati in un angolo nascosto.

Senza parlare poi, di alcune fontanelle che hanno la rete di scarico ostruito e di qualche altra che, da qualche mese, perde acqua in continuazione. In un momento come questo di siccità, detta perdita è un forte danno sia all’Azienda Talete che gestisce l’acqua, che al fondo economico in quanto l’acqua sprecata ha comunque un costo che ricade sui cittadini.

In questo specifico caso, non ci si può esimere dal tirare in ballo anche i custodi che dovrebbero segnalare le anomalie.

Pietro Brigliozzi

Articolo precedenteAsl Viterbo: 103 nuovi casi Coronavirus
Articolo successivoOrtoetruria-WeCOM Stella Azzurra VT: prima sconfitta interna contro Anzio