Via Dante Alighieri, in questi giorni, è sotto stretta osservazione per le modifiche alla regolamentazione del traffico automobilistico nella città di Montefiascone.

La situazione allo stato attuale sicuramente non è una delle migliori per cui, tutti si è concordi sulla necessità di interventi migliorativi ma non peggiorativi come gli esperimenti già fatti insegnano e che si stanno ricalcando con la delibera n. 75 del 09/06/2021 stilata dall’attuale Staff Amministrativo che in regime Commissariale, governa la città.

Un primo intervento auspicabile è quello, di regolamentare il flusso di camion ed autocarri per lo scarico delle merci applicando una sola specifica fascia oraria durante la giornata, come già si fa in tutte le città, non solo d’Italia ma di tutta Europa; questo andrebbe applicato anche al Centro Storico.

Un secondo intervento, visto che ci sono diversi spazi utilizzabili, è la razionale regolamentazione delle soste automobilistiche apponendo una specifica ed esaustiva segnaletica e non semplici generici cartelli dalla poca chiarezza. Questo principio andrebbe applicato anche su quella parte di P.le Roma, ove la sosta selvaggia è di facile constatazione.

Un terzo intervento è di ordine disciplinare; come accade in altre molte città tenendo conto che senza regole ed il rispetto delle medesime, non c’è un regolare vivere sociale. È ora che, chi di dovere, inizi a fare multe a chi abusa sia del tempo di sosta consentito, dell’uso di spazzi riservati. In una cittadina balneare, molto frequentata anche da cittadini di Montefiascone, in un solo giorno, la Polizia Locale ha inflitto oltre cinquanta multe ad auto in sosta vietata: a Montefiascone quante se ne fanno?

Si può comprendere che questo terzo aspetto sia poco popolare, ma in confronto ai disguidi che verranno a crearsi con l’applicazione delle regole contenute nella delibera n. 75, sicuramente rappresenta un male minore.

Pietro Brigliozzi