MONTEFIASCONE – Dalla giornata di ieri, un gruppo di immigrati appartenenti al centro d’accoglienza il località Mentuccia, gestito dalla cooperativa Splendid del sig. L. Bucaccio, sul territorio di Montefiascone, sta ripulendo l’intero marciapiedi, sui due lati della regionale Cassia, nel tratto che va dal Kmetro novantasei al kmetro novantotto, praticamente dalla frazione Zepponami fino alla zona del noto ristorante Roland.

I ragazzi, con appropriati strumenti, zappe, rastrelli e grosse buste nere per l’immondizia, muniti di specifica tuta protettiva, relativo cappello e guanti protettivi, hanno effettuato un lavoro di tutto rispetto al limite della perfezione. Lavoro molto apprezzato sia dagli automobilisti passanti occasionalmente, sia dalla popolazione residente che comincia a guardare questi immigrati con occhi diversi, condividendo a pieno la loro disponibilità al lavoro, la loro volontà di rendersi utili alla popolazione anche in umili lavori come questo, le loro buone concrete intenzioni d’integrazione non solo passiva ma anche attiva contribuendo al miglioramento, anche ecologico del luogo dove sono ospitati e vivono.

Nelle giornate di venerdì e sabato si sposteranno per fare ugualmente questo servizio sulla tratta di Cassia che va dalla chiesa parrocchiale del Corpus Domini alla zona del Poggetto.

Sig. Luciano Buccaccio, amministratore della cooperativa Splendid una buona iniziativa?!
Si. Sono riuscito ad avere un regolare protocollo con l’attuale amministrazione comunale, per cui tutto questo non costa nulla alla medesima e, quindi, con questi ragazzi, a carattere di volontariato, visto che hanno tanta voglia di fare e fare bene, onde rendere un valido servizio alla comunità montefiasconese che li ospita, stiamo provvedendo alla pulitura dei marciapiedi che collegano le frazioni al centro storico. I ragazzi sono divisi in squadre di sei elementi; una lavora dalle nove del mattino fino alle quindici, l’altra dalle quindici alle diciotto. Montefiascone e la nostra cooperativa Splendid siamo la prima cittadina di tutto l’Alto Lazio a sviluppare e tirare avanti una realtà di questo genere.

Un servizio unico o qualcosa di più valido nel futuro?!
Ora stiamo lavorando così, nel futuro tutto da vedere; comunque, noi ci siamo, qualora dovessero nascere nuove esigenze, se le condizioni socio-politiche-amministrative andranno per il verso giusto, noi siamo per la collaborazione totale. I ragazzi sono ben lieti di rendersi utili alla società locale nella quale cercano di integrarsi sempre di più e questo è il segno concreto.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook