A seguito della diatriba, piuttosto accesa, tra l’opposizione e la maggioranza, avvenuta nel consiglio comunale che si è tenuto in Montefiascone il cinque novembre, la casa di riposo Villa Serena, gestita dalla sola Amministrazione comunale, è al centro di continua attenta osservazione.

La diatriba nacque, in quel consiglio comunale, allorchè venne affrontato e discusso il tema dell’esternalizzazione della cucina della medesima struttura. Nel concitato dibattito il portavoce della maggioranza cercava di smontare quanto veniva affermato da tutti i consiglieri dell’opposizione e dai due della Lega.

Discussione che veniva stroncata dallo stesso sindaco Massimo Paolini allorché affermava: che quanto veniva affermato dall’opposizione e dalla Lega erano pure gratuite congetture mentali e non vi era nulla di definito, ma si stavano facendo soltanto delle ipotesi e valutazioni sull’opportunità o meno di mettere in atto l’esternalizzazione della mensa. Per cui non vi era nulla di certo, nulla di deciso, nulla di confermato, affermando che i Consiglieri di opposizione e Lega, erano dei “visionari”. A conclusione degli studi in corso, concludeva il sindaco, ne daremo il dovuto resoconto.

In questi giorni, sembrerebbe, che si sta andando avanti ben oltre gli studi.

Sig.ra Rosita Cicoria, Movimento cinque Stelle, ultime novità su Villa Serena, viste le chiacchiere che girano per la città?
Tengo subito a precisare che parlo anche a nome di tutti i consiglieri di oppposizione dal Cimarello alla De Santis alla Moscetti. Le voci che girano, ritengo, abbiano un fondamento; ma riferendomi a quanto affermato dal sindaco Paolini e, come lei ha riportato, questo accade tecnicamente in Villa Serena nella più totale trasparenza! Non risulta. Ad oggi, non risulta alcuna richiesta di affidamento o preventivi pubblicati sul sito di Villa Serena Srl in Società Trasparente riguardante la suddetta esternizzazione, tuttavia sembrerebbe che in questi giorni, presso la struttura, ci siano stati dei sopralluoghi da parte di una già nota società che gestisce altre mense per valutare i possibili lavori da fare con tanto di valutazioni fotografiche ed altro.

Sig. Augusto Bracoloni, come Lega, concorda con la Cicoria?
Certamente si. Vorrei aggiungere che la cucina di Villa Serena è sempre stata un vanto per la struttura stessa ed ha sempre provveduto, come appunto diceva la Cicoria, in maniera eccellente, al soddisfacimento delle necessità di tutti gli ospiti.

Sig.ra Cicoria, ma i lavori a che fine, visto che la struttura è abbastanza nuova ed efficiente?
Se effettivamente fosse vero quanto sopra, i dipendenti addetti verranno assorbiti dalla stessa società/cooperativa che gestirà la cucina ed lavori serviranno poiché, la nuova struttura, verrà usata anche per la preparazione di cibi, non solo per gli ospiti di Villa Serena ma per l’asporto presso le mense gestite dalla stessa ditta.

Sig. Bracoloni ancora una sua considerazione?
Non riesco a comprendere perché si debba esternizzare un servizio eccellente che funziona con conseguente danno anche ai dipendenti che hanno sempre lavorato e si sono impegnati per renderlo tale.

Sig. Cicoria, le sue conclusioni?
Aspettiamo fiduciosi una spiegazione e speriamo vivamente in un smentita di tutto questo chiacchierio, poiché, se così non fosse, i consiglieri di opposizione e della Lega, non sarebbero “visionari” ma qualcun altro, sarebbe “bugiardo”.

 

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email