In questi giorni una ditta di Montefiascone, altamente specializzata nel settore dell’impiantistica elettrica ed elettronica, sta sostituendo le vecchie plafoniere con lampade ai vari vapori di mercurio della pubblica illuminazione con le più moderne a led.

Con la pubblicazione della nuova determina, n. 634 in data 26.11.2020, al Reg.Gen. n. 1837, emessa dal IV settore su Manutenzione e Lavori Pubblici, alla ditta che già sta lavorando è stato affidato anche l’incarico per il ripristino dei punti luce che necessitano non solo della sostituzione della plafoniera, ma la messa a dimora dell’intero palo di supporto con tutti i relativi accessori.

Questo secondo incarico è stato dato alla ditta in rispetto della Delibera e della Determina iniziali nelle quali, l’allora assessore Massimo Ceccarelli, dimostrando oculatezza, aveva previsto la possibilità di ripristinare, ex nuovo, i punti luce più disastrati a seguito di incidenti stradali e di altre gravi cause, impiegando, in investimento, la somma scaturita dal ribasso d’asta effettuato dalla ditta che si era aggiudicata l’appalto.

A seguito di un’accurata ricognizione, effettuata dal tecnico dell’ufficio competente, i pali in questione, come testualmente si legge nella determina sono: “dieci da rimuovere perché ammalorati; quindi la fornitura di sedici nuovi pali di idonea misura e spessore secondo le norme vigenti completi di morsettiere, portella e guaina termorestringente alla base; posa in opera di n.16 nuovi pali”, situati in diverse strade e vie di alcune zone della città.

Un ripristino necessario al fine di evitare la discontinuità di luce e gli attuali vuoti di illuminazione, provocati dall’assenza dei pali mancanti. Stando, comunque, ai numeri contenuti nella determina, si deduce che, oltre al ripristino dei pali ammalorati, la ditta dovrebbe provvedere a realizzare un altro tratto di nuova illuminazione.

Pietro Brigliozzi