Nell’ultima settimana di febbraio, appena trascorso, è uscita la graduatoria a livello Regionale per i finanziamenti alla disciplina sportiva del calcio e, specificatamente, per l’ordinaria e la straordinaria manutezione degli impianti.

In detta graduatoria, ormai pubblica, come sembra anche in quella dell’anno precedente, non figura affatto la richiesta dell’Amministrazione del sindaco Paolini e, in particolare, dell’Assessorato alla Sport, titolare del quale è il sig. Paolo Manzi. Tanto per essere ancora più chiari e capire in che mani sta la più praticata disciplina sportiva del calcio in Montefiascone, intendiamo fare un pò di chiarezza.

Nel settembre scorso, duemiladiciotto, come tutti gli anni, è uscito il bando della Regione Lazio per l’accesso ai cospicui fondi Regionali finalizzati alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti sportivi, soprattutto dei campi da gioco. La graduatoria di tale bando, come già riferito, è uscita negli ultimi giorni del febbraio duemiladiciannove appena trascorso e, dall’attento esame del carteggio, presso i competenti uffici della Regione, è emerso che l’Amministrazione di Montefiascone e, specificatamente, l’Assessore competente, non ha inoltrato richiesta alcuna, quindi ha perduto i relativi finanziamenti.

Per quanto si dice negli ambienti della Società Sportiva, abbiamo saputo che il Presidente Minciotti, visto lo stato poco adeguato in cui versano i due campi di calcio, sia lo Stadio che il M. Brigliozzi, sollecitò ed inoltrò richiesta all’Assessore alla Sport Paolo Manzi, perchè inoltrasse la domanda alla Regione per avere i relativi finanziamenti.

Stando ai risultati, emerge in tutta chiarezza, che l’Assessore non ha ottemperato a quanto gli veniva richiesto e tutto è rimasto lettera morta nel fondo di chissà quale cassetto.

Non vogliamo entrare nel campo dei molti commenti e delle moltissime logiche deduzioni che ne scaturiscono, ma certamente, non solo c’è tanto da riflettere, ma c’è da essere sconcertati. Si perdono i finanziamenti perchè non s’inoltrano le specifiche domande?

Poi, però, di fronte alle richieste della Società Sportiva, degli sportivi e dei tifosi tutti, che ogni sabato pomeriggio e domenica sono su questi campi a vedere giocare i loro ragazzi, questi politici Amministratori, sanno solo dire: non ci sono i soldi, sarebbe più opportuno, che dicessero: non ci sono i soldi e non ci interessa reperirli per il calcio.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email