Lo staff della Polizia Locale di Montefiascone verso nuovi traguardi, nel raggiungere nuove mete, con una innovazione strutturale di merito.

Dopo il cambio della guardia nell’alta sfera della dirigenza ove la già vigilessa, Giulia Bassi, ha preso il posto del comandante Luigino Salvatori che ha lasciato per limiti di età, ora, quattro nuovi vigili, sono andati a rinforzare il settore operativo.

I quattro nuovi vigili, nelle persone di Sara Crivellante di Montefiascone, Ilaria Bastoni di Bagnoregio, Simonetta Lanchi di Terni e Ivan Giubilei di Alviano, sono stati i vincitori dell’apposito concorso che aveva indetto l’attuale Amministrazione comunale del sindaco Massimo Paolini e, nella giornata di ieri, sono divenuti operativi, a tutti gli effetti, sul territorio comunale; essi rimarranno in servizio fino al trentuno dicembre del corrente anno.

Una boccata d’ossigeno per la struttura della Polizia locale, la quale, in questi dei mesi di festività, dal primo novembre al Natale, può ed intende operare sul territorio, specialmente nei punti strategici della rete viaria cittadina, con più incisività.

E’ auspicabile, tenendo conto della necessità di effettuare una buona vigilanza ed affinché, sul territorio comunale, vengano rispettate a pieno le norme dei vari settori della vita sociale cittadina, che le suddette nuove quattro unità, vengano riconfermati anche dopo la scadenza fissata, ma questo non spetta a noi dirlo e deciderlo, né vogliamo farlo; il tutto spetta ed è competenza della sola Amministrazione del sindaco Paolini.

Al vigile, infatti, non spetta soltanto controllare il traffico, ma anche altre realtà, come l’eventuale danneggiamento dei segnali, quello del verde pubblico, il rispetto dei monumenti, la correttezza nel portare a spasso gli animali domestici, tanto per citarne alcune; comunque, non è nostro compito, molto meno vogliamo farlo, insegnare qualcosa ad qualcuno.

Una cosa, comunque, è certa ed i cittadini sono avvisati, che in questi mesi, con la maggiore vigilanza, ci sarà anche una maggiore attenzione al movimento automobilistico sia nel suo svolgersi che nel suo sostare. In questa dinamica, tante infrazioni al codice della strada che attualmente si compiono, potrebbero essere più facilmente notate e sanzionate.

Pietro Brigliozzi