Nel consiglio comunale, tenutosi in Montefiascone, circa tre mesi fa e precisamente il ventinove settembre corrente anno, vi fu un lungo dibattito sulla Situazione della Società Partecipata Villa Serena srl. Su quanto accaduto in quella discussione, visto che ha avuto dei risvolti giuridici legali di notevole importanza e considerato che essi non sono stati ancora risolti, abbiamo ritenuto opportuno rendere noto quanto i consiglieri di tutte le forze politiche di minoranza, compresa la stessa Lega, hanno scritto e fatto.

(Il documento qui sotto è stato consegnato firmato dai relatori e consegnato al presidente del consiglio comunale).

 

Al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Montefiascone

Sig. Presidente,
premesso che in data 29.09.2018 si tenne un Consiglio Comunale avente per oggetto : “ DISCUSSIONE SULLA SITUAZIONE DELLA SOCIETA’ PARTECIPATA VILLA SERENA S.R.L. PUNTO ISCRITTO ALL’O.D.G AI SENSI DELL’ART.39 COMMA 2 TUEL 267/2000”-delibera n. 52.

Che nel corso della dibattito consigliare, (del.52), fu data lettura del parere di un legale, atto questo richiesto ad iniziativa dei Consiglieri di minoranza dei Gruppi Consiliari di M5S. Lega e La Città Nuova, per avere una chiarezza sui comportamenti amministrativi messi in atto dal Sig. Sindaco in merito alla nota 31.08.2016 prot. 20439 –(dove non intendevano procedere alla sottoscrizione di nuovi patti para -sociali che recepissero quelli attualmente in vigore) e quella successiva del 03.02.2017 prot.2850 con la quale il sig. sindaco ( comunica la volontà dell’amministrazione di non procedere alla sottoscrizione di nuovi parasociali all’atto della cessazione dell’efficacia di quelli attualmente vigenti) nonché sulla delibera n°12 del 31.03.2017 con la quale il consiglio comunale ratificava ex post, le attività del sindaco in relazione alle sue iniziative in merito al mancato rinnovo dei patti parasociali, fatto questo che ha determinato successivamente il recesso del socio Geress srl dalla società Villa Serena srl.
Che dal parere in questione, letto e allegato alla delibera n. 52 è emerso che i comportamenti tenuti e i relativi atti compiuti sia dal Sindaco che dai Consiglieri che hanno votato la delibera in questione, non paiono essere esenti da censura con particolare riferimento.
Emergono le seguenti criticità:
1) Assenza di Programmazione e di indirizzo politico da parte del Consiglio Comunale- eccesso di potere per sviamento della causa tipica;
2) Illegittimità della delibera consiliare per motivazione apparente (delibera C.C n°12 del 31.03.2017);
3) Accordo transattivo non autorizzato;
4) Probabile danno erariale e danno economico.
Tanto premesso e considerato, sussistendo elementi di illegittimità e di conflittualità tra i poteri conferiti al Consiglio Comunale e quanto operato dal Sindaco in riferimento al recesso del socio privato in seno alla società Villa Serena srl, nonché possibili e probabili danni erariali ed economici nei confronti del Comune, si invita il Presidente del Consiglio a trasmettere la delibera di Consiglio n.52 del 29.09.2018 comprensiva degli atti allegati, nonché la delibera C.C n°12 del 31.03.2017, nonché lettera del sindaco inviata alla Geress srl nota 31.08.2016 prot. 20439, lettera del sindaco inviata alla Geress srl del 03.02.2017 prot.2850, agli organi di controllo della Corte dei Conti, alla Procura della Repubblica di Viterbo per eventuali responsabilità di ordine penale e all’ Anac per eventuali violazioni alle norme sulla trasparenza e della normativa vigente in materia di contratti.
Il Segretario Comunale quale organo amministrativo del comune è pregato di verificare l’effettiva trasmissione dei documenti in questione.
I Consiglieri comunali:
M5S: Rosita Cicoria ____________________________
Lega: Bracoloni Augusto – Angelo Merlo __________________________ _____________________
La Città Nuova: Cimarello Luciano – Moscetti Giulia – De Santis Giulia
___________________________ __________________________

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email