Grande prova del WiPlanet che supera in trasferta il Caserta per 5 a 1, giocando una partita perfetta sia in difesa, zero errori, e soprattutto sul monte, prima con una grande prova di Michele Carletti nella sua ultima partita di quest’anno (8 RL, 5 BVC, 2 BB, 13 K), e poi con il rilievo finale di Giuseppe Tabarrini, che ha saputo chiudere la porta alla reazione campana in una situazione ambientale molto difficile.

Dobbiamo dire che il Caserta ha giocato una buona partita, utilizzando al massimo le opportunità che le norme della federazione consentono per gli atleti non di formazione italiana: molto bravo il lanciatore Mordan, un dominicano classificato come atleta di formazione italiana (mentre diversi atleti giallo-verdi, che non hanno mai giocato fuori dall’Italia, sono considerati stranieri dalla stessa, astrusa norma). Alla fine, nell’ordine di battuta del Caserta, che siamo certi abbia rispettato le regole, i cognomi italiani erano solo 2 su 9!

In battuta sono state 5 le valide giallo-verdi (due Andrea Tabarrini, una ciascuno Faraco, Gasparrini e Simone Princi), non molte, ma quasi sempre produttive di punti.

Abbiamo avuto una difesa solida – ha dichiarato il tecnico Olmedo – un grande Carletti sul monte di lancio per 8 innings, un coraggioso Tabarrini Giuseppe, che sta accumulando esperienza partita dopo partita, nell’inning di chiusura e in attacco diverse battute al momento giusto con un gioco aggressivo sulle basi; questi sono stati gli ingredienti per piegare la forte squadra del Reggia Caserta in casa loro. Possiamo dire che il lavoro di squadra ha funzionato”.

Anche il general manager Pietro Carletti è contento del gioco espresso dalla squadra: “È stata una bella partita, giocata finalmente bene dalla nostra difesa (zero errori), dominata sul monte da Michele, e chiusa al 9’ inning da Giuseppe Tabarrini, che è uscito con carattere da una situazione complicata”.

Anche il lanciatore Michele Carletti, che è in partenza per un’esperienza di lavoro all’estero, ha voluto ringraziare la squadra: “I ragazzi hanno aiutato i lanciatori, prima a me e poi ad un Tabarrini, maturo nonostante i 15 anni, giocando perfettamente soprattutto in difesa. Sono convinto che continuando così potranno arrivare ai playoff, ai quali spero di potermi riunire anche io a settembre”.

Le altre partite del girone hanno visto l’Anzio superare il Napoli 13 a 1 al 7° inning, mentre Latina e Salerno non hanno giocato per impraticabilità del campo.

Il week-end prevedeva anche la partita degli U12 con i Lions Nettuno, ma il rischio di pioggia ne ha consigliato il rinvio, cosa consentita a livello giovanile, soprattutto quando le trasferte sono lunghe come quelle da e per Nettuno. Ora sono due le partite da recuperare nel mese di giugno.

Da sottolineare anche la splendida vittoria dei cugini dell’U15 del Viterbo sul campo dell’Academy, vittoria che li vede da soli alla testa della classifica.

Articolo precedenteViterbo, cerimonia di consegna diplomi Laurea UNITUS: attenzione alla viabilità il giorno 17 maggio
Articolo successivoRiapertura del più grande parco di arte contemporanea sul lago di Bolsena