La maggior parte delle squadre dell’A2 Baseball si trova al Nord

Grande festa a Montefiascone per il ripescaggio del WiPlanet in serie A2: era una notizia fortemente auspicata dalla società e c’erano tutti i presupposti tecnici perché si verificasse, ma ora la decisione della Federbaseball è messa nero su bianco.

Siamo molto contenti della possibilità offertaci dalla Federazione – ha dichiarato il Presidente Marianello – soprattutto per riconoscere e dare seguito al grande impegno e generosità dimostrati nel recente campionato da questa squadra. Ora è tutta la società che è in A2, e le squadre giovanili ne sono partecipi e debbono esserne orgogliose. A questo punto è compito della dirigenza fare il salto di qualità dal punto di vista organizzativo ed economico. Ci rivolgiamo all’Amministrazione Comunale ed a tutte le attività economiche della nostra cittadina, che siamo certi ci daranno una mano, ed anche alle persone del nostro ambiente che vorranno partecipare a questo anno entusiasmante standoci vicino anche collaborando in piccoli ambiti organizzativi”.

Ora l’attenzione si sposta sulla formazione dei gironi: la mappa della categoria evidenzia che delle 22 squadre ammesse, ben 17 sono localizzate a Nord di Firenze, a conferma della scarsa diffusione del baseball al Centro-Sud, nonostante gli sforzi di Federazione e società. Questo comporta un aumento dei costi ed i disagi delle trasferte e quindi difficoltà gestionali che aggravano la situazione, il classico gatto che si morde la coda. È necessario che qualche decisione forte sia presa dalla Federazione per contrastare questa concentrazione al Nord.

Le cinque squadre al centro Sud, oltre al Montefiascone, sono i Red Jack Grosseto, squadra che è stata per molto tempo incerta se chiedere il ripescaggio in serie A1 e che si presenta forte, il Nettuno 1945, la squadra più forte e solida di Nettuno, che ha superato la crisi economica grazie a due nuovi importanti sponsor e che aveva chiesto addirittura il ripescaggio alla serie maggiore. Le prime dichiarazioni della dirigenza confermano il programma di una immediata promozione, senza concedere prestiti ai giocatori che effettivamente costituiscono una rosa da squadra che potrebbe lottare addirittura per lo scudetto.

Poi ci sono le due squadre isolane, Cagliari e Paternò (CT), quest’ultima fortemente candidata ad essere avversaria dei giallo-verdi.

Il compito della federazione sarà quindi di comporre dei gironi che non penalizzino troppo chi ha le maggiori trasferte, e probabilmente i due gironi incompleti a 5 squadre includeranno uno il Cagliari ed uno il Paternò. Visti gli aeroporti e gli orari dei voli, sembra quasi sicuro che insieme a Montefiascone ci saranno Paternò, Red Jack Grosseto e Nettuno 1945. Per il resto ci potrebbero essere Fiorentina e Lastra a Signa, ovvero una delle due.

In attesa di conoscere le decisioni della Federbaseball, la società falisca continua nell’opera di promozione e oggi sabato sarà presente al Piazzale Roma, dove arriva Babbo Natale, con un proprio stand e un gioco per i più piccoli.