Promuovere la musica e la lettura come validi strumenti di sviluppo cognitivo, relazionale ed emotivo dei bambini in età prescolare e nella Scuola Primaria: è questo l’obiettivo della seconda fase del progetto “In Crescendo 2021”, ideato da CLIVIS APS e finanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio. “In Crescendo Scuola”, infatti, è il nome di questa “fase 2” del progetto nato con l’intento di perseguire l’obiettivo 4 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU in termini di educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti.

Protagonista di questa fase è l’Istituto Comprensivo “Alessandro Stradella” di Nepi, in cui sono stati attivati dei laboratori musicali rispettivamente per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria: le classi coinvolte sono 23 per un totale di circa 20 ore formative per ciascuna.

‘In Crescendo’ sta avendo degli ottimi risultati in termini di partecipazione e questo ci rende particolarmente orgogliosi perché l’obiettivo è proprio quello di creare dei presidi sul territorio – afferma Salvatore Di Russo, coordinatore del progetto – Luoghi di incontro per le famiglie in cui si promuove la conoscenza dei libri adatti e l’esposizione alla lettura fin da piccoli. Vogliamo favorire la nascita di spazi di socializzazione, condivisione e integrazione per le famiglie e per gli operatori, fornendo buone pratiche ai genitori e agli operatori per sostenere lo sviluppo ottimale della mente del bambino. Desidero ringraziare la Dottoressa Domenica Ripepi, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Stradella di Nepi; la Dottoressa Giulia Perugini, Assessore con delega alla Pubblica Istruzione del Comune di Nepi e la Dottoressa Cecilia Maria Paolucci, Consigliera delegata alla Cultura del Comune di Castel Sant’Elia per aver sostenuto il progetto”.

Nella scuola dell’infanzia, saranno attivati i progetti “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica”, entrambi concepiti nell’ambito delle iniziative dell’Associazione Culturale Pediatri a sostegno alla genitorialità. Il progetto “Nati per leggere” è stato promosso in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino, con l’intento di “promuovere la lettura ad alta voce” ed è rivolta ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Sulla stessa scia, “Nati per la Musica” si propone invece di sostenere attività che mirino ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica.

Nelle classi primarie, invece, saranno realizzati laboratori sul metodo BAPNE (Biomeccanica – Anatomia – Psicologia – Neuroscienze – Etnomusicologia), un metodo di stimolazione cognitiva, socio-emotiva, psicomotoria e neuroreabilitativa basato sulla neuromotricità, in cui viene utilizzata la percussione corporale per stimolare le funzioni cognitive ed esecutive.

Forte della sua vocazione sociale, “In Crescendo 2021” si propone di offrire opportunità di apprendimento permanente per tutti, al fine di ridurre le ineguaglianze, attraverso una serie di iniziative che vedono la scuola come una comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione tra i cittadini. Il progetto è realizzato in collaborazione con: Comune di Nepi, Comune di Castel Sant’Elia, LOGOS P.A.F., Banda Musicale di Castel Sant’Elia, Scuola di Musica Comunale di Nepi, Dreaming Production, Cooperativa Semaforo Blu, METODO BAPNE ITALIA APS, Centro per la Salute del Bambino, Nati per Leggere e Nati per la Musica, Associazione Italiana Biblioteche, Associazione Culturale Pediatri.

Articolo precedenteTrasporto Pubblico locale, la Provincia invia alla Regione Lazio le osservazioni dei Comuni della Tuscia
Articolo successivoL’attore Patrizio Pelizzi viene insignito del prestigioso “Premio Letterario Milano International” °IV ed.