Anna Falchi, attrice, conduttrice televisiva, ex modella e produttrice cinematografica italiana, ha aperto la 24^ Edizione della Festa delle Ortensie a Bolsena.

Alle 16,30 in Viale Colasanti Falchi, con a fianco il sindaco Paolo Dottarelli, il presidente della Provincia Alessandro Romoli, il presidente dell’Associazione Amici delle Ortensie Mauro Di Sorte, e Andrea Di Sorte, ha tagliato il nastro tricolore inaugurale della Festa delle Ortensie sotto l’occhio vigile del comandante della stazione Carabinieri Maresciallo Piergiorgio Scoparo e dei suoi uomini.   

Subito si è capito che la presenza della Falchi avrebbe lasciato il segno e così è stato: turisti, commercianti e bambini riconoscendola hanno voluto una foto con lei e l’attrice, simpatica, disponibile e gentile, non si è sottratta a nessuna richiesta.

Falchi si è soffermata con  le componenti della Compagnia delle lavandaie della Tuscia  che per lei hanno interpretato  filastrocche, nenie, giochi mimati e canti della tradizione popolare.

La Compagnia ha aperto la strada alla visita degli stand dei floricoltori coinvolgendo il pubblico in balli che molti hanno gradito.

“Ancora una volta – ha sottolineato il sindaco Dottarelli – sarà  la Festa delle Ortensie ad aprire le  iniziative che Bolsena dedica ai visitatori ed ai turisti”.

L’edizione 2022, la ventiquattresima, viste la premesse si prevede possa riscuotere un successo maggiore di quella della passata stagione. Bisogna riconoscere che la Proloco, il Comune e la Protezione Civile hanno organizzato tutto alla perfezione dando un senso di sicurezza a chi si appresta a visitare viale Colesanti, una meraviglia caratterizzata da platani secolari con spettacolari siepi di ortensie.

Il presidente dall’associazione Amici delle Ortensie Mauro Di Sorte, era raggiante e non ha nascosto la volontà di far crescere la manifestazione tanto da diventare punto di riferimento vivaistico nazionale. Anche lui non ha resistito al fascino di Anna Falchi richiedendo una foto ricordo con lei.

Articolo precedenteGdF Viterbo, celebrato il 248° anniversario di fondazione
Articolo successivoLo scultore Claudio Capotondi nominato socio onorario della STAS