Si è svolta in data odierna presso la Piazza dei Caduti di Viterbo la cerimonia del 76° anniversario   della Repubblica Italiana.

E’ stato un momento di intensa partecipazione da parte di tutte le istituzioni rappresentate dalle autorità civili, dai numerosi Sindaci, dal Vescovo, dalle Autorità militari, dalle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, dall’Anpi e dal Volontariato di protezione civile.

Nel corso della cerimonia si è data lettura del messaggio indirizzato dal Presidente della Repubblica alla Nazione, negli interventi istituzionale e del rappresentante degli studenti, è stata rimarcata l’importanza della data del 2 giugno 1946 quale tappa fondamentale del percorso storico che ha portato l’Italia a diventare una democrazia compiuta. 

Si è proceduto, inoltre, alla consegna della medaglia d’onore in memoria di un cittadino italiano deportato in un lager nazista e delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a 19 cittadini per le benemerenze acquisite verso la Nazione.

Insigniti 372x350

​​​​​

Nella stessa giornata la dottoressa Scolamiero, commissario prefettizio del comune di Viterbo ha tagliato il nastro della mostra “I Vigili del Fuoco e la memoria storica” allestita agli Almadiani dove sono esposti affascinanti modellini e reperti storici del corpo.

Il Prefetto Cananà ha tagliato il nastro della Cittadella della sicurezza, dove facevano bella mostra di se degli stand di chi si occupa di sicurezza civile, vale a dire Croce Rossa Vigili del Fuoco,  uomini dell’Aviazione dell’Esercito, Polizia locale e aziende che si occupano di creare attrezzature per la sicurezza antincendio. Poi il presidente Grimaldi ha tagliato il nastro di “pompieropoli” in Piazza del Comune dove decine di bambini di ogni età hanno provato le emozioni di essere “pompiere”. Sotto la guida di veterani  vigili del fuoco dell’associazione i bimbi hanno provato il passaggio sulle travi mobili, come spegnere un’incendio, salire su un albero per salvare un micetto, oppure scendere sulla trave cilindrica. Ma i bimbi pompieri hanno anche attraversato carponi un tunnel coperto da una bandiera dell’Italia, divertiti e felici di essere per un giorno “pompieri”. Alle 15 c’è stata l’inaugurazione dell’esposizione di automezzi storici e nuovi del Corpo Nazionale e per finire tutti a gustare il “panino del pompiere“ al campo sportivo di Pianoscarano.

Articolo precedenteCivita Castellana, Coletta chiarisce sulla prossima costituzione di una Fondazione per il carnevale
Articolo successivoGarden Caffè Casantini, incontro tra i candidati della lista Forza Italia-Fondazione-UDC e la senatrice Licia Ronzulli, Responsabile di Forza Italia