Si è svolta nella sala consiliare del Comune di Viterbo, la conferenza stampa di presentazione del Carnevale viterbese che nacque (lo attestano i primi documenti ufficiali del Carnevale Viterbese) l’11 febbraio 1198; in quel periodo i paesi che facevano parte della provincia di Viterbo dovevano pagare una tassa per finanziare il Carnevale.
La tradizione si era interrotta a causa delle guerre e ultimamente per la pandemia. Alla conferenza hanno preso parte la sindaca Frontini, l’assessore Scardozzi, Lucio Matteucci, e Antonella Ferretti responsabile dell’organizzazione della manifestazione. Diversi centri della Tuscia si sono aggregati al Carnevale Viterbese come Vitorchiano, Nepi, Grotte Santo Stefano e Bagnaia. Il corteo sarà allietato quest’anno dalle note dalla banda musicale viterbese.

Il percorso di quest’edizione ha subito una modifica voluta per coinvolgere di più la città, e il Carnevale prenderà il via il 18 febbraio dalle ore 15 da San Sisto. Dalle ore 14,30 i carri allegorici saranno posizionati, poi i carri con circa 750 comparse passeranno lungo via Garibaldi, piazza Fontana Grande, via Cavour, Piazza del Plebiscito. Dopo una sosta festaiola il corteo ripartirà in via Ascenzi verso il Sacrario; altra sosta davanti alla chiesa degli Amadiani per proseguire poi per via Marconi fino a arrivare a Piazza del Teatro dove ci sarà la grande festa.

Gli organizzatori hanno fatto montare un palco da dove dei dj animeranno la piazza, certa la presenza di Mammorappo. Si ballerà e canterà tutti insieme. Ci sarà naturalmente Frisigello, che dall’alto dei suoi trampoli farà divertire tutti.

Frontini, soddisfatta dell’organizzazione, ha dichiarato: “Si torna finalmente a festeggiare il Carnevale dopo il periodo di interruzione causato dalla pandemia”. Le ha fatto seguito Lucio Matteucci che ha affermato: “Non è facile organizzare un Carnevale fra guerre e terremoti, ma la Sindaca ha insistito affinché si facesse. La popolazione si è resa conto che è importante scendere in piazza per gioire per cui si sono dati da fare ed è nato un corteo mascherato che allieterà la città”.
Matteucci ha aggiunto: “Non aspettatevi il Carnevale di Viareggio, anche se in poco tempo abbiamo fatto miracoli, grazie anche alla partecipazione di tantissime persone che hanno lavorato ore e ore per allestire tutto. La sfilata sarà aperta dalle esibizioni degli sbandieratori del Pilastro, ma subito dopo le majorettes con le loro esibizioni, la banda musicale, il gruppo Ortofrutta, il gruppo mascherato dei Ghostbusters, Tuscia skating, la famiglia Adams, Blues Brothers, donne in bottiglia con i loro meravigliosi abiti realizzati a mano, Frisigello, click foto, Alice nel paese delle meraviglie, Grease il gruppo Bagnaiolo, re carnevale The Sims, le comari, le api, Aladin e il gruppo del Class Club. Inoltre da sottolineare è la partecipazione delle lavandaie di Bolsena reduci da performance televisive. I carri, 5 per la precisione, sono sati allestiti rispettando tutti i criteri per la sicurezza sia delle comparse che del pubblico. Siamo contendi di poter fornire un punto di sosta per i visitatori del Carnevale Viterbese: arriveranno da Città della Pieve, sarà presente un gruppo proveniente dall’Aquila ed è giunta notizia che parecchi B&B hanno già avuto prenotazioni da diverse regioni”.

Il 21, Martedì Grasso, ci sarà la conclusione del Carnevale: ed è stata organizzata a Piazza del Teatro una grande festa riservata ai bambini.