ORIOLO ROMANO – Domenica 12 marzo si celebra ad Oriolo Romano la Giornata Internazionale della Donna.

A organizzare l’evento “Donne a Colori”, l’Amministrazione comunale e la Consulta di Genere. Oriolo Romano, un paese che ha fatto dell’accoglienza una priorità e del rispetto un diritto pienamente affermato. Il pomeriggio vedrà protagoniste le donne oriolesi di diverse nazionalità e cultura. Racconteranno il difficile cammino per una parità di genere non ancora raggiunta e le difficoltà che si possono incontrare giorno dopo giorno, vivendo in un paese che non è il proprio. A partire dalle 16.30 nella Sala Polivalente.

I bambini racconteranno un’esperienza di accoglienza attraverso la proiezione di disegni. Un coro ricorderà Fatmata Bumbuja, bambina africana di 14 anni costretta a diventare un soldato. Lo Sportello di Ascolto dei Servizi Sociali del Comune di Oriolo Romano insieme allo sportello Arci di Viterbo, interverranno per informare sui servizi erogati agli utenti. Ma la giornata non vuole essere soltanto un momento di ragionamento e di impegno sociale. Le note di un pianoforte e la partecipazione di un’artista dalla voce calda e intensa, animeranno una parte della manifestazione. Donne di diverse nazionalità faranno poi conoscere i piatti tipici e i costumi dei loro paesi di origine.

Questo e molto altro domenica 12 marzo con “Donne a Colori” ad Oriolo Romano.

Un grazie alle Donne di Oriolo che hanno contribuito alla realizzazione di tale iniziativa.
Degustazione e mimosa per tutti i partecipanti.

“Noi tutti dovremmo sapere che è la diversità che rende ricco un arazzo, e dovremmo capire che tutti i fili dell’arazzo sono uguali in valore, non importa quale sia il loro colore”. (Maya Angelou)

Commenta con il tuo account Facebook