Sono campioni di giochi di parole, rime e metrica. Sono gli studenti dell’Istituto omnicomprensivo Orte che si sono aggiudicati un posto alla finalissima dei Comix Games, il concorso nazionale di ludolinguistica organizzato da Comix in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino e [email protected] con la partecipazione di Museo Egizio, Mondadori e Bper. Lunedì 18 ottobre al Salone del Libro di Torino cercheranno di aggiudicarsi il titolo di campioni nazionali dei Comix Games 2021 strappandolo alle altre squadre finaliste provenienti da tutta Italia.

Da ottobre 2020 ad aprile 2021 si sono cimentati on line in parodie musicali, acrostici e altri divertenti giochi linguistici, inviando migliaia di contributi. A maggio fra tutti i partecipanti ai Comix Games, una giuria di esperti ha selezionato i migliori che, sbaragliando la concorrenza, si sono conquistati un posto in finale. Lunedì 18 ottobre a partire dalle ore 15, nella sala azzurra del Pad 3, al Salone Internazionale del Libro di Torino si svolgerà l’atto conclusivo di una maratona durata un anno intero: una grande festa che riunirà al Lingotto gli studenti d’Italia da Nord a Sud e a cui parteciperanno anche i giovani dell’Istituto Omnicomprensivo Orte di Orte.

Per aggiudicarsi il titolo di campioni nazionali dei Comix Games i ragazzi di Orte dovranno sconfiggere a suon tautogrammi, acrostici e rap di classe a tema Vita Supernova (tema del salone 2021) le altre squadre in gara: gli Istituti Comprensivi Giovanni XXIII di San Ferdinando di Puglia (BT), Largo Oriani di Roma, Fermi di Matera, Cinquegrana di Sant’Arpino (CE) e Savini di Teramo.

Per la sezione scuole superiori a contendersi il podio ci saranno l’Istituto Superiore Volta De Gemmis di Bitonto (BA) e i licei Cremona di Milano, Ferraris di Torino, Ribezzo di Francavilla Fontana (BR), Fermi di Gaeta (LT), Urbani d San Giorgio Cremano (NA) e Caccioppoli di Napoli.

In giuria siederanno Angelo Melone e Federico Pace, giornalisti de La Repubblica, Laura Panini, presidente di Franco Cosimo Panini e Francesco Morgando in rappresentanza del Salone Internazionale del Libro di Torino.