ORTE – “A seguito delle verifiche effettuate dalla Regione Lazio nei primi 3 giorni dall’entrata in vigore dell’orario invernale di Trenitalia che prevedeva l’anticipo di 20 minuti del treno RV7571 in partenza da Viterbo con arrivo a Roma alle 8.18, è stato richiesto ufficialmente a Trenitalia il ripristino del precedente orario così da evitare i sovraffollamenti e i ritardi evidenziati dai nostri controlli. Ringraziamo il Comitato Pendolari di Orte per la fattiva collaborazione avuta in questi giorni e per le segnalazioni inviate sul tema”.

Enrico Panunzi
Presidente VI Commissione Consiliare Permanente Ambiente, lavori pubblici, mobilità, politiche della casa e urbanistica


“La Regione Lazio fa dietrofront sull’anticipo degli orari del treno RV7571: dopo le proteste dei cittadini ai quali abbiamo dato man forte, anche in Consiglio regionale, la Giunta Zingaretti rinuncia a un provvedimento che stava causando enormi disagi ai pendolari della Tuscia. Un ripensamento inevitabile perché sono bastati pochi giorni per far emergere l’inopportunità dello spostamento di orario che aveva creato un grave vuoto tra le 7.30 e le 8.00. I cittadini si sono trovati con meno corse disponibili, in orario di punta, e treni trasformati in carri bestiame. Hanno chiesto con forza che si tornasse ai vecchi orari e li abbiamo sostenuti in questa battaglia che è stata vinta. Ancora una volta il centrosinistra al governo della Regione Lazio ha dovuto fare marcia indietro”.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Daniele Sabatini.


“I pendolari utenti della stazione di Orte esprimono la loro soddisfazione per il ripristino dell’orario di partenza del RV 7571, comunicata nel pomeriggio dalla Regione Lazio. A decorrere dal prossimo 8 gennaio, tale treno partirà da Viterbo per Roma alle ore 6,50 e da Orte alle 7,45. I pendolari della Tuscia e della bassa Umbria si rallegrano di tale decisione.

Constatiamo con piacere che la Regione Lazio ha ottenuto da Trenitalia la variazione dell’orario del RV7571, venendo incontro alla richiesta avanzata dal territorio. Auspichiamo per il prosieguo che l’amministrazione regionale continui ad essere vicina alle esigenze dei propri cittadini pendolari e ad ascoltare le loro proposte. In particolare chiediamo che la Regione Lazio difenda la fermata ad Orte dell’IC 598, che negli ultimi giorni abbiamo sentito essere stata messa in discussione dall’amministrazione comunale di Orvieto, e che si possa trovare il materiale rotabile da aggiungere ai Foligno (2479 e 2486), per ripristinare la fermata ad Orte”.

Comitato Pendolari Orte

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email