TUSCANIA – “La vicenda dello spostamento del FLEB – il Festival della Letteratura Breve – ci lascia quanto meno perplessi: sembra infatti che la manifestazione, nata lo scorso anno, ideata e realizzata dal comune di Tuscania, quest’anno potrebbe cambiare sede e svolgersi a Tarquinia.

Non vorremmo che dietro questa manovra si nascondano logiche interne al Partito Democratico: sarebbe gravissimo, infatti, se i luoghi in cui svolgere manifestazioni culturali venissero scelti in base all’appartenenza politica dell’amministrazione.

La cultura non ha colore e sarebbe un vero peccato se gli amministratori ne facessero oggetto di scambio politico.

Chissà se Zingaretti è a conoscenza e cosa penserebbe di questo “mercanteggiare” in salsa letteraria. Per questo ci auguriamo che il Festival della Letteratura Breve resti a Tuscania, luogo in cui è stato pensato per essere svolto, e che il buonsenso prevalga sulle logiche di partito.”. Lo dichiara in una nota il capogruppo di Cuoritaliani in regione Lazio, Daniele Sabatini (foto).

Commenta con il tuo account Facebook