SUTRI – “Giovedì 29 Marzo in Consiglio Comunale, sul punto all’ordine del giorni con oggetto la perimetrazione del comprensorio di Monte Guerrano in base alle legge 28/1980 si è sfaldata la maggioranza di Guido Cianti.

Infatti sulla delibera per il recupero dei nuclei edilizi sorti spontanei e la perimetrazione del comprensorio di Monte Guerrano, la maggioranza consiliare si è nettamente spaccata in due.

Infatti in fase di votazione ci sono stati 4 voti favorevoli (compreso quello del sindaco ) e 4 voti contrari

È emerso in consiglio la completa rottura della maggioranza, In particolar modo il vice sindaco e l’assessore al turismo hanno votato contro la proposta del sindaco, dichiarando che la maggioranza era stata tradita, in quanto il punto all’ordine del giorno non era stato concordato, ed il punto all’ODG non faceva del programma elettorale, presentato in campagna elettorale.

Il punto all’ODG del Consiglio, ha trovato il voto favorevole dei Consiglieri di opposizione Petroni e Casini; i due consiglieri hanno comunicato unitamente che:

“Abbiamo votato a favore della perimetrazione perché conoscevano il problema è perché era giusto sistemare una situazione urbanistica da troppo tempo irrisolta.

Inoltre nel nostro programma elettorale c’eravamo impegnati per risolvere tale problematica, ed hanno ribadito con forza che il loro voto favorevole, non è stato un voto a favore del sindaco, ma un voto di responsabilità e di rispetto per i cittadini del comprensorio di monte Guerrano e a della città di Sutri.

Infatti con tale deliberazione non è stato concesso alcun metro cubo in più rispetto all’ esistente.

Infine i due consiglieri prendendo atto che il provvedimento è passato solo grazie al loro voto favorevole, hanno chiesto le dimissioni al Sindaco Cianti, in quanto sta amministrando senza maggioranza”.
Felice Casini
Vincenzo Petroni
Commenta con il tuo account Facebook