CAPODIMONTE – “L’amministrazione comunale consapevole delle difficoltà socio-economiche che gravano sul settore agricolo nel paese, fortemente vocato all’agricoltura, a seguito dei decreti governativi che sanciscono il pagamento della tassa IMU sui terreni, il quale è stato classificato NM (non montano), ha stabilito di applicare l’aliquota standard minima nella misura dello 0,76 per cento.

 

Nel contempo ha anche proposto ricorso presso il TAR del Lazio aderendo all’iniziativa dell’ANCI, che prevede l’annullamento del balzello e comunque una completa rivisitazione della normativa, per risollevare le sorti di un settore fortemente già penalizzato dalla congiuntura”.

 

Vanda Cardarelli
Vicesindaco di Capodimonte

Commenta con il tuo account Facebook