SORIANO NEL CIMINO – “Carissime cittadine e carissimi cittadini, è motivo di orgoglio per me accettare la proposta di candidatura a Sindaco di Soriano avanzata in questi giorni da cittadini, movimenti e forze politiche, è normale che ciò nasca da una profonda ed attenta riflessione sul cosa significa oggi amministrare un paese come il nostro.

 

In un momento di crisi economica e sociale, come quello che stiamo vivendo, penso di avere la consapevolezza della sfida a cui siamo chiamati per cambiare realmente il modo di amministrare il nostro territorio. Coinvolgendo ed impegnando tutte le forze politiche dell’opposizione consiliare, con una sana e forte partecipazione dal basso possiamo invertire la modalità in cui siamo abituati a vedere gestito il nostro amato Soriano.

 

Ringrazio tutti quei cittadini che in questi giorni mi hanno dimostrato una grande stima ed un grande affetto, fermandomi per strada e chiedendomi in vario modo di accettare la candidatura evidenziando nella mia figura elementi di unità che hanno caratterizzato il mio costante lavoro in questi anni, per voltare pagina a questa triste e deludente esperienza di governo della città.

 

È per me un dovere morale ma soprattutto un piacere ringraziare chi in questi ultimi anni mi ha dimostrato vicinanza, grande determinazione nell’organizzare iniziative pubbliche ed incontri con la popolazione, le forze politiche SeL e Rifondazione comunista ed una dedica particolare al movimento civico Scegli Soriano; movimento di cittadini che è elemento innovativo e unitario del quadro politico e sociale sorianese, il quale mi ha invitato fin da subito a rappresentare in prima persona tutte le istanze territoriali da loro costantemente monitorate e affrontate.

 

Credo che un incarico così prestigioso, e allo stesso tempo delicato, richieda molto impegno, entusiasmo, spirito di servizio e tanta passione; quest’ultimo elemento è stato senz’altro decisivo per accettare questa importante sfida. E’ per me un’ulteriore occasione per dare al mio paese quanto di meglio io possa, con responsabilità e consapevolezza, mettendo a disposizione della mia gente l’esperienza maturata in questi ultimi dieci anni, prima come assessore nella precedente giunta comunale e poi, in questo ultimo mandato, come consigliere d’opposizione e capogruppo.

 

Oggi, in un momento in cui le istituzioni sono lontane dai cittadini, sono convinto che l’operato di un sindaco debba partire dalla collaborazione a tuttotondo con la sua comunità, con le realtà associative, le forze politiche locali che, costruendo un giusto equilibrio, possono determinate insieme una buona prospettiva e la migliore strada da percorrere per il bene comune.

 

Ho sempre privilegiato l’ascolto e la presenza costante, continuerò in questo modo, rilevando i bisogni e le esigenze, facendo come sempre tesoro di ogni proposta o suggerimento, per mantenere vivo il rapporto con la cittadinanza e capire costantemente cosa si aspettano i cittadini da chi si candida ad amministrare nei prossimi cinque anni Soriano nel Cimino, soprattutto per la redazione di un programma elettorale partecipato ed aperto alla discussione.

 

Nella certezza che non è più possibile proseguire nello stato di abbandono totale in cui è stato lasciato il nostro amato paese, dobbiamo assolutamente metterci in campo tutti, per cambiare il modo in cui amministrarlo, questa volta realmente coinvolgendo chiunque voglia donare un contributo a Soriano.

 

Quartiere per quartiere, frazione per frazione ci dobbiamo mobilitare e assumerci la responsabilità di donare nuovamente quella spinta propulsiva di sviluppo ed efficienza che ha caratterizzato Soriano nei momenti migliori.

 

Nei prossimi giorni e nei prossimi mesi organizzeremo degli incontri e manifestazioni pubbliche alle quali vi chiedo fin da subito di partecipare per donare un contributo di reale cambiamento”.

 

Devid Centofanti (foto)

Commenta con il tuo account Facebook