REGIONE – “L’iniziativa di Giunta sulla proposta di legge di modifica alla legge 5 per superare l’impugnativa del governo sui vizi di incostituzionalità è condivisibile ma non sufficiente per il rispetto della volontà popolare espressa nelle centinaia di migliaia di firme che hanno appoggiato la legge di iniziativa popolare.

 

Ieri in consiglio regionale dopo la condivisibile protesta dei comitati per l’acqua, stanchi di mesi di tergiversazione da parte della maggioranza e della Giunta, il presidente Leodori ha preso impegni per la calendarizzazione in tempi brevi in Consiglio Regionale, con o senza proposta della Giunta, della legge 238 per la definizione degli Ambiti di Bacino Idrografico. Non vogliamo però che le parole pronunciate ieri diventino ulteriori prese in giro dei tanti cittadini preoccupati per la gestione dell’acqua nel Lazio.

 

Non vogliamo pensare che l’approvazione della legge 5 sia stata un atto politico voluto per strappare la legge al referendum popolare a cui doveva essere sottoposta. Faremo tutto quello che è in nostro potere per dare seguito ad un processo democratico partito dal basso e che non può fermarsi per l’inerzia del PD di fronte ad esiti di consultazioni popolarI sancite dalla nostra carta costituzionale.”

 

Silvia Blasi (foto)
Consigliera del M5S Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email