ACQUAPENDENTE – Con otto voti favorevoli e l’astensione dei rappresentanti della lista civica di minoranza, il Consiglio Comunale di Acquapendente approva il Documento Unico di Programmazione 2016-2018. “Il Dup”, sottolineano i consiglieri di minoranza Aldo Bedini ed Alessandro Brenci, “è stato consegnato soltanto tre giorni prima della seduta preannunciata per il 23 Dicembre, senza che in proposito ci fosse stata alcuna delucidazione da parte del servizio competente, né un seppur minimo approfondimento in Commissione (che oramai non si riuniscono più da mesi).

 

Lo stesso si compone di due sezioni (la strategica e la operativa). La prima ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del mandato amministrativo che è oramai alla scadenza, la seconda pari a quella del Bilancio di previsione che è stato approvato il 7 Agosto. Pertanto il documento non conteneva, purtroppo, alcuna novità od innovazione. Il documento pone in evidenza un costante calo della popolazione (-60 cittadini fra nati e deceduti), un forte invecchiamento della popolazione, con un tasso di natalità dello 0,67% e di mortalità dell’1,75%. Non è stato indicato nulla sul livello di istruzione della popolazione. Trattasi di un documento caratterizzato soltanto da una forte esposizione finanziaria e contabile, meglio definire di carattere ragioneristico, che meritava una opportuna illustrazione che non c’è stata.

 

Documento privo di una coraggiosa azione di bilancio, e di una forte azione programmatica, che avesse come obiettivo primario il superamento dell’isolamento di Acquapendente, che sarà ancora più accentuato dopo l’attivazione dell’autostrada tirrenica e, soprattutto, con il completamento della trasversale, in un contesto scandaloso della Cassia ancora interrotta per la chiusura del valico di Radicofani. Prima dell’inizio della discussione in merito all’Ordine del giorno, il Vicesindaco Maico Pifferi ha invitato l’assise ad esprimere solidarietà al Sindaco per l’avviso di garanzia ricevuto per la questione della cava di Torre Alfina, invito accolto da tutti noi”.

Commenta con il tuo account Facebook