ACQUAPENDENTE – Riceviamo una nota di Giordano Sugaroni che di seguito pubblichiamo.

“Il Consiglio Comunale di Acquapendente approva quattro ordini del giorno. Dopo l’approvazione del verbali della seduta precedente (nove voti favorevoli e l’astensione Consigliere di minoranza Barbara Belcari), viene approvato all’unanimità il regolamento in materia di accesso civico ed accesso generalizzato. Tra i punti virtuosi del regolamento stesso, l’ulteriore qualificazione degli organismi di partecipazione nell’ottica dell’organizzazione e funzionamento delle istituzioni ed un più puntuale e preciso accesso ai documenti in modo da favorire la partecipazione ed assicurare sempre maggiore imparzialità e trasparenza. Con otto voti favorevoli, l’astensione del consigliere di maggioranza Andrea Occhione ed il voto contrario di quello di minoranza Fabrizio Camilli, viene approvato il nuovo progetto dei loculi cimiteriali.

“Abbiamo deciso di revocare la Delibera di Consiglio Comunale 45 del 2015”, sottolinea il Sindaco Angelo Ghinassi, “che prevedeva anche la costruzione di un tempio crematorio i cui costi non riteniamo sostenibili da questa Amministrazione. Il progetto punterà sulla realizzazione di un primo stralcio esecutivo di loculi ed edicole funerarie che interesserà quelle aree comunali attualmente rappresentate da una porzione di parcheggio che riteniamo superiore alle necessità.

Parallelamente abbiamo dato inizio al censimento delle attuale concessioni sempre di aree e loculi con finalità di recuperare quelle abbandonate e scadute”. “Facendo parte anche della Giunta rappresentata dal Sindaco Alberto Bambini”, sottolinea Occhione, “diedi il voto favorevole alla Delibera che questa sera viene revocata. Il voto di astensione deriva dal fatto che valuto tanto il nuovo progetto limitativo a soddisfare le esigenze della popolazione quanto oneroso per le casse comunali che dovranno prendersi in carico le vecchie concessioni”. Con otto voti favorevoli e l’astensione del consiglieri comunali di minoranza Barbara Belcari e Solange Manfredi, viene infine approvata la variazione progetto di recupero urbano Porta San Leonardo.

“La nostra proposta”, sottolinea il Sindaco, “punta a migliorare la viabilità della zona attraverso l’acquisizione di un area di proprietà della Regione Lazio che ha manifestato la disponibilità alla cessione volontaria della stessa. Nascerà quindi un futuro collegamento virtuoso tra Porta San Leonardo e Via del Capannello anche e soprattutto in previsione della possibile trasformazione della Casa di Riposo San Giuseppe in residenza sanitaria assistita”.