ACQUAPENDENTE – I consiglieri della lista civica di minoranza Aldo Bedini, Sergio Iacoponi, Alessandro Brenci, Franco Ferri hanno reso note Mercoledì pomeriggio tramite conferenza stampa le motivazioni che li hanno indotti ad esprimere voto contrario al conto consuntivo esercizio finanziario 2014 presentato dalla Giunta di centro sinistra in Consiglio Comunale: “A fronte di una previsione iniziale di entrate complessive”, sottolineano, “di € 14.779.288,00, risulta un rendiconto di entrate di € 15.784.900,45 con un incremento quindi del 7% pari ad € 1.005.612,45. Idem per quanto riguarda la spese. I fatti quindi ci hanno dato ragione: avevamo parlato in sede di discussione del preventivo 2014 di una situazione di natura contabile non particolarmente difficile, che non giustificava un così elevato carico fiscale per i cittadini. Il conto economico della gestione, inoltre, presenta un risultato positivo di € 712.232,55, dovuto in gran parte alla consistente gestione degli impianti fotovoltaici.

 

Nel corso del 2014 è stato riconosciuto e ripianato un debito fuori bilancio di € 44.571,45 a seguito di definitivo provvedimento finanziario, per il quale attendiamo di conoscere il pronunciamento della Corte dei Conti. E’ nostro convincimento che in sede di previsione 2015 dovrà essere attentamente riesaminato il carico fiscale per i cittadini, con una diversa prospettiva di azione amministrativa che guardi in avanti. A tal fine non condividiamo assolutamente, l’utilizzazione dell’avanzo di amministrazione in specie per quanto riguarda € 180.674,00 a fronte di un eventuale debito che potrebbe sorgere con la Società Ecologia Viterbo srl, eventuale perdita di crediti valutati nei confronti della Società Talete spa per € 75.677,46 e fondo di svalutazione crediti Tari per € 33.957,00”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email