Braccianti Agricoli

“Assistiamo, con sgomento, alla ricetta ideata dal governo per risolvere i problemi del comparto agricolo, resa nota tramite pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, che prevede la sanatoria di irregolari, fatta di obbligo di SPID per gli imprenditori, pagamento di 500 euro a lavoratore, previo controllo di capacità reddituale, a cui si aggiunge un contributo forfettario che non verrà restituito in caso di inammissibilità o archiviazione della domanda.
Riscontriamo anche lacune rispetto alla tutela della salute pubblica, altra motivazione addotta all’art. 103 del Decreto “rilancio”: spariscono infatti le indicazioni in merito ai controlli sanitari previsti al comma 20, per garantire il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie necessarie per prevenire la diffusione del contagio da Covid 19.
Continuano le proteste degli agricoltori che chiedono a gran voce l’introduzione di voucher e corridoi verdi, misure più economiche e veloci che, ahimè, sono perite dinanzi alle impunture ideologiche di questa maggioranza.
Restiamo in attesa della comunicazione dei dati ufficiali degli aderenti, autorizzati da oggi a presentare le domande, di cui, però, prevediamo già il fallimento.
Infine, vigileremo con attenzione sulle spese che comporta questa misura, già definita dal comparto come insufficiente”.

Così in una nota il senatore Francesco Battistoni responsabile Nazionale agricoltura di Forza Italia.