REGIONE – “Al via nel Lazio il primo bando del Programma di Sviluppo Rurale (Psr) 2014-2020, che ha una dotazione di 60 milioni di euro: la cifra potrà essere utilizzata per il sostegno alle attività per lo sviluppo rurale svolte da 12 nuovi Gruppi di Azione Locale (Gal) che rappresentano un partenariato tra pubblico e privato.

 

Il bando è stato presentato stamani dal Presidente Zingaretti e dall’assessore Sonia Ricci e prevede che le proposte dei Piani di Sviluppo Locale da parte dei Gal dovranno essere presentate entro il 31 maggio 2016. La Regione dovrà selezionare e finanziare i Gal entro ottobre 2016. Tali Piani saranno costruiti su diversi “ambiti tematici” che valorizzino le caratteristiche dei territori: dal sostegno alle filiere agroalimentari locali allo sviluppo del turismo, dai servizi essenziali alle popolazioni locali al recupero e valorizzazione dei borghi rurali.

 

Partiamo con questi primo bando, consapevoli che siamo di fronte ad una grande occasione per il Lazio e in particolare per il Viterbese. Il Lazio infatti è stata tra le poche regioni italiane a spendere tutti i fondi attributi dallo scorso Psr, dimostrando la grande attività di programmazione di cui è stata capace la Regione.. Da ricordare che il Viterbese, con quasi 200mila ettari, è la prima provincia del Lazio per dimensione della Sau (Superficie agricola utilizzata): la percentuale maggiore delle risorse, quindi, è finita proprio nella Tuscia, a sostegno delle sue eccellenze.

 

Il bando è consultabile sul sito lazioeuropa.it e sul canale agricoltura del sito regionelazio.it. Da parte mia, come sempre, la disponibilità verso le aziende per tutti i chiarimenti che dovessero essere necessari. Lunedì mattina, peraltro, è prevista una riunione alla Camera di Commercio di Viterbo, convocata dal presidente Domenico Merlani, con i sindaci e le associazioni di categoria: interverrà anche il dirigente d’area Roberto Aleandri. Sarà una buona occasione per confrontarsi con il territorio”.

 

Enrico Panunzi (foto)
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio