Umberto Fusco - Enrico Maria Contardo

VITERBO – “Buffa la posizione del coordinatore comunale di Forza Italia, Giovanni Arena: da una parte critica l’amministrazione Michelini, dall’altra sarebbe pronto a presentarsi alle prossime elezioni comunali a braccetto con una sua parte, il movimento civico Viva Viterbo che ha governato la città con il centrosinistra per quattro anni fino a qualche mese fa.

I frutti dell’amministrazione Michelini che Arena tanto critica, “sono maturati” pure con il contributo di Viva Viterbo. Ci sarebbe, inoltre, da chiedersi se la via presa da Arena in tema di alleanze sia condivisa da tutto il suo partito. Perché se così non fosse, più che unire il centrodestra, dovrebbe pensare a rimettere insieme i cocci a casa sua. Un argomento, comunque, che non ci appassiona. Ci interessa, invece, capire il senso dell’affermazione: “Il centrodestra si è incontrato in diverse occasioni, insieme ad importanti movimenti civici, attivi e con molto seguito, intenzionati ad appoggiare la coalizione di centrodestra” rilasciata a mezzo stampa dallo stesso Arena.

“Noi con Salvini” Viterbo, partito di centrodestra, non ha mai partecipato a nessuna riunione e non ha nessuna intenzione di farlo, così come molte altre aree, movimenti e figure di centrodestra, se il coordinatore comunale di Forza Italia, Arena, continuerà a fare la voce solista e a portare avanti un’azione politica separatista, che lo vede più attento ad aprire le porte a ex pezzi della maggioranza di Michelini che a quelli che dovrebbero essere i suoi naturali alleati. Arena a parole dice di volere un centrodestra unito, ma a fatti lo sta spaccando, ignorando le sensibilità, le aspettative, gli orientamenti non solo di altre realtà autenticamente di centrodestra, ma anche del nostro stesso elettorato che vuole una vera alternativa al centrosinistra e non una coalizione riciclata con parti della maggioranza Michelini. Il coordinatore di Forza Italia, Giovanni Arena, nelle sue prossime esternazioni sulla stampa, specifichi, pertanto, di parlare non a nome di un centrodestra unito, ma di una parte di esso, quella con cui finora ha organizzato incontri.

Noi siamo sempre disponibili ad aprire un tavolo per un centrodestra unito, ma con chi si riconosce effettivamente nei suoi valori, e non con chi sta con un piede da una parte e uno dall’altra, sostenendo che destra o sinistra non fa differenza. Per noi la differenza c’è, eccome. Pertanto se Arena alla fine deciderà di andare di fronte all’elettorato a chiedere il voto, promettendo un Rinascimento viterbese, con chi è stato artefice, a tutti gli effetti, del governo della città di questi ultimi cinque anni, noi non ci saremo. Gli auguriamo buona fortuna, gliene servirà parecchia, ma noi andremo da soli”.

Noi con Salvini Viterbo
Enrico Contardo
Cooridnatore comunale

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email