“Ho appreso con soddisfazione che il consiglio regionale ha approvato l’ordine del giorno presentato dal consigliere regionale Enrico Panunzi riguardante la miscelazione delle acque, nell’ambito della ben nota questione arsenico”.

Così Giovanni Maria Arena, Sindaco di Viterbo, che prosegue:

“In tale atto, la cui approvazione è avvenuta nella seduta di consiglio regionale di ieri, si parla di programmazione di una serie di interventi e investimenti per la miscelazione delle acque, al fine di eliminare o comunque ridurre drasticamente gli elevati costi riconducibili alla manutenzione dei dearsenificatori.

Costi insostenibili che nella gestione di Talete si fanno sentire molto pesantemente, che vanno a gravare sulle bollette e a ricadere sui cittadini. Nell’ordine del giorno presentato dal consigliere Panunzi si fa riferimento anche alla legge regionale 5 del 2014. Una legge mai applicata fino ad oggi che prevede una ridefinizione degli Ato idrografici.

Il nostro è un Ato debole, costituito da comuni con bassa densità di popolazione, e, tra l’altro, l’unico ad avere sulle spalle il costo dei dearsenificatori. Una spesa fissa dal 2013, anno in cui è emersa la problematica arsenico.

Sono assolutamente necessari interventi sulla ormai obsoleta rete idrica e servono risorse da parte della Regione Lazio. Mi auguro che gli intendimenti riportati nell’ordine del giorno, accolti dal consiglio regionale, si possano trasformare presto in aiuti sostanziali e concreti da parte della stessa Regione, soluzione che garantirebbe a Talete una gestione non più gravata dagli eccessivi costi riconducibili alla manutenzione dei dearsenificatori, e, al tempo stesso, alleggerirebbe le tariffe del servizio idrico agli utenti”.