«I fatti di sabato scorso 9 ottobre non hanno lasciato indifferenti le forze democratiche del nostro Paese.

Il legittimo diritto a manifestare dissenso nelle forme democratiche riconosciute, – comunica Manuela Benedetti, Segretaria Provinciale Pd Viterbo, – è stato strumentalizzato da forze di matrice fascista provocando azioni sfociate in un vero e proprio assalto alla sede della CGIL e anche nel tentativo di violare la sede di Palazzo Chigi.

Siamo convinti sia necessario dare una risposta chiara a questa violenza antidemocratica nelle forme e negli obiettivi, a questo atto caratterizzato da un’inquietante carica eversiva. Il Partito Democratico ha chiesto al Governo di sciogliere tutte le organizzazioni di stampo fascista attraverso delle mozioni presentate alla Camera e al Senato e attraverso quelle che si stanno approvando in tanti consigli comunali.

La nostra Costituzione sancisce la natura antifascista della nostra Repubblica e vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del partito fascista.

Noi tutti abbiamo dunque il dovere di mobilitarci per il rispetto dei principi costituzionali ed è per questo che domani, sabato 16 ottobre, saremo al fianco dei sindacati per esprimere la nostra solidarietà e per dire, insieme, “Mai più fascismi”».